Home > Riviste > Minerva Pediatrica > Fascicoli precedenti > Minerva Pediatrica 2012 February;64(1) > Minerva Pediatrica 2012 February;64(1):33-40

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA PEDIATRICA

Rivista di Pediatria, Neonatologia, Medicina dell’Adolescenza
e Neuropsichiatria Infantile


Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,764


eTOC

 

REVIEW  


Minerva Pediatrica 2012 February;64(1):33-40

Copyright © 2012 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Enterocolite necrotizzante (NEC): fattori di rischio e suscettibilità genetica

Somaschini M., Breda-Klobus A., Pacati I.

Neonatologia e Terapia Intensiva Neonatale, Ospedale Bolognini di Seriate


PDF  


L’enterocolite necrotizzante (necrotizing entrocolitis, NEC) è una delle principali cause di morbilità e mortalità nelle terapie intensive neonatali. Le evidenze fino ad ora acquisite indicano la possibilità di un’eziologia multifattoriale nell’ambito della quale sono già stati riconosciuti come fattori predisponenti la prematurità e il basso peso alla nascita (<1500 g). Negli ultimi anni sono stati condotti numerosi studi alla ricerca di determinanti genetici nella patogenesi della malattia, ma i risultati fin qui ottenuti sono contrastanti, anche se da essi emergono interessanti spunti per la ricerca futura. Lo scopo della presente review è quello di fare il punto sulla situazione attuale degli studi genetici nella patogenesi della NEC, mettendo a fuoco le evidenze più salienti. In particolare, sono stati presi in considerazione gli studi centrati sui principali fattori di rischio (prematurità, ischemia e ipoperfusione intestinale) e sui mediatori dell’infiammazione.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail

masomaschini@gmail.com