Ricerca avanzata

Home > Riviste > Minerva Pediatrica > Fascicoli precedenti > Minerva Pediatrica 2011 Aprile;63(2) > Minerva Pediatrica 2011 Aprile;63(2):115-8

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOMINERVA PEDIATRICA

Rivista di Pediatria, Neonatologia, Medicina dell’Adolescenza
e Neuropsichiatria Infantile

Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,532

Periodicità: Bimestrale

ISSN 0026-4946

Online ISSN 1827-1715

 

Minerva Pediatrica 2011 Aprile;63(2):115-8

 CASI CLINICI

Terapia trombolitica combinata in trombo atriale in un neonato pretermine

Mondì V. 1, Di Paolo A. 1, Fabiano A. 1, Cicchese M. 1, De Merulis G. 2, Giannini C. 2, Del Principe D. 1

1 Department of Pediatrics, University of Tor Vergata, Sant Eugenio Hospital, Rome, Italy;
2 Department of Neonatalogy and NICU, Sant Eugenio Hospital, Rome, Italy

La trombosi intracardiaca è un evento raro nei neonati (circa 5,1 casi per 100 000 nati vivi), gravata da alta morbidità e mortalità e associata nella gran parte dei casi all’uso di cateteri intravascolari. L’uso della terapia trombolitica nel neonato ha subito un incremento negli ultimi anni, specialmente in seguito alla scoperta di agenti di seconda generazione come l’urochinasi (UK) o il fattore attivante il plasminogeno (t-PA). In letteratura, mancando trial clinici codificati, vengono descritti diversi approcci terapeutici nella trombosi atriale del neonato. In tutti i casi clinici descritti, vengono somministrati esclusivamente o il fattore attivante il plasminogeno o l’urochinasi. In nessun caso clinico questi farmaci vengono usati in associazione. La combinazione di UK e di t-PA, in associazione a eparina a basse dosi, permette di attuare una terapia meno prolungata, con un minor numero di dosi dei farmaci e una rapida risoluzione del trombo. La terapia trombolitica è spesso associata a complicanze emorragiche. Descriviamo il caso di un neonato pretermine (a 25 settimane di età gestazionale) con un trombo peduncolato in atrio destro, trattato con terapia trombolitica combinata. Abbiamo riscontrato una rapida diminuzione delle dimensioni del trombo senza che questo si riformi e senza complicanze emorragiche.

lingua: Inglese


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina