Home > Riviste > Minerva Pediatrica > Fascicoli precedenti > Minerva Pediatrica 2010 Ottobre;62(5) > Minerva Pediatrica 2010 Ottobre;62(5):437-58

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA PEDIATRICA

Rivista di Pediatria, Neonatologia, Medicina dell’Adolescenza
e Neuropsichiatria Infantile


Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,532


eTOC

 

REVIEW  CONTROVERSIE IN PEDIATRIA NEL 2010 - PARTE I


Minerva Pediatrica 2010 Ottobre;62(5):437-58

lingua: Inglese

Ventilazione non invasiva nella terapia intensiva pediatrica

Gregoretti C. 1, Pelosi P. 2, Chidini G. 3, Bignamini E. 4, Calderini E. 3

1 Department of Emergency and Intensive Care, CTO, M. Adelaide Hospital, Turin, Italy;
2 Department of the Environmental Medicine, Health and Safety, University of Insubria, Varese, Italy;
3 Pediatric Intensive Care Unit, Department of Anaesthesia and Critical Care, Fondazione IRCCS Ca’ Granda, Ospedale Maggiore Policlinico, Milan, Italy;
4 Pediatric Pneumology Ospedale Regina Margherita, S. Anna, Turin, Italy


PDF  


Gli obiettivi di questa review sono: valutare il razionale fisiologico della applicazione della ventilazione non invasiva (non-invasive respiratory support, NRS) nella insufficienza respiratoria acuta in età pediatrica; analizzare le evidenze in letteratura sulla efficacia della metodica; fornire le raccomandazioni pratiche per un uso sicuro. La ventilazione non invasiva prevede l’erogazione del supporto ventilatorio senza i classici presidi invasivi: tubo endotracheale o cannula tracheostomica. Due tipi di NRS vengono abitualmente impiegate in campo pediatrico: la non invasive continuous positive air way pressure (nCPAP) e la non invasive positive pressure ventilation (nPPV). Le interfacce più utilizzate sono le maschere facciali o nasali e i cuscinetti nasali. In generale l’evidenza relativa all’uso della NRS nella insufficienza respiratoria acuta in età pediatrica è ancora piuttosto scarsa. Tuttavia, recentemente sono stati pubblicati alcuni studi randomizzati che hanno dimostrato: l’efficacia della NRS nel migliorare la dinamica respiratoria, lo scambio gassoso e la frequenza di intubazione; la miglior tollerabilità del nuovo elmetto pediatrico confrontato con la maschera facciale nei bambini di età inferiore ai due anni; l’associazione di nCPAP ed heliox migliora gli score clinici di dispnea e l’eliminazione della CO2 in bambini con bronchiolite. Sono necessari nuovi studi su ampia scala per definire con maggior precisione il campo di applicazione della NRS

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail

edoardo.calderini@policlinico.mi.it