Home > Riviste > Minerva Pediatrica > Fascicoli precedenti > Minerva Pediatrica 2010 August;62(4) > Minerva Pediatrica 2010 August;62(4):397-409

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA PEDIATRICA

Rivista di Pediatria, Neonatologia, Medicina dell’Adolescenza
e Neuropsichiatria Infantile


Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,764


eTOC

 

REVIEW  


Minerva Pediatrica 2010 August;62(4):397-409

Copyright © 2010 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Allattamento al seno e malattie infettive materne: stato dell’arte

Zuppa A. A., Antichi E., Fracchiolla A., Carducci C., Catenazzi P., Romagnoli C.

Divisione di Neonatologia, Dipartimento di Scienze Pediatriche, Medico Chirurgiche e Neuroscienze dello Sviluppo, Università Cattolica del Sacro Cuore, Roma, Italia


PDF  


Nonostante i noti vantaggi nutritivi, psicologici, immunologici ed economici dell’allattamento al seno, esistono delle controindicazioni tra cui alcune malattie infettive trasmissibili attraverso l’allattamento stesso. Il rischio di trasmissione di un agente infettivo con il latte materno risulta relativamente basso, ad eccezione dei casi relativi a CMV, HIV, forme invasive da Salmonella typhimurium e da Brucella, oltre che per la presenza di ascessi e mastite. In alcune patologie infettive materne una corretta igiene permette la prosecuzione dell’allattamento al seno senza rischi per il lattante, mentre in altre è consigliato allattare al seno per il ruolo di difesa svolto dagli anticorpi specifici contenuti nel latte materno. La decisione, pertanto, di sospendere l’allattamento al seno deve essere intrapresa dopo aver confrontato i rischi e benefici che ne derivano per il singolo neonato.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail

zuppaaa@rm.unicatt.it