Home > Riviste > Minerva Pediatrica > Fascicoli precedenti > Minerva Pediatrica 2010 August;62(4) > Minerva Pediatrica 2010 August;62(4):363-70

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA PEDIATRICA

Rivista di Pediatria, Neonatologia, Medicina dell’Adolescenza
e Neuropsichiatria Infantile


Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,532


eTOC

 

REVIEW  


Minerva Pediatrica 2010 August;62(4):363-70

lingua: Inglese

Comportamento suicida in adolescenti affetti da disordine post-traumatico da stress

Ganz D., Sher L.

Department of Psychiatry, Columbia University, and New York State Psychiatric Institute, New York, NY, USA


PDF  


Recentemente, la prevalenza del disordine post-traumatico da stress (post-traumatic stress disorder, PTSD) negli adolescenti è maggiore rispetto alla prevalenza di PTSD nella popolazione adulta. PTSD e suicidalità sono spesso presenti in popolazioni di adolescenti affetti da altri disordini psichiatrici (in particolare i disordini dell’umore), grief traumatico, vittime di abusi in età infantile, e/o con storia famigliare di suicidio. Le ragioni e gli sviluppi dell’associazione tra PTSD e suicidalità nell’adolescenza, tuttavia, rimangono poco chiare. Modificazioni del nucleo psico-biologico che contribuiscono al PTSD alterano le emozioni, l’eccitamento, la percezione di sé e del mondo, l’irritabilità, l’impulsività, la collera, l’aggressività e la depressione. Vi è evidenza che i fattori sopra citati, come pure l’assunzione di alcool e di altre droghe, possano moderare l’influenza di eventi stressanti e condurre eventualmente al suicidio. Sia PTSD sia la suicidalità negli adolescenti potrebbero anche essere il risultato dell’esposizione a violenze e a stili di coping negativi. Il trattamento è molto difficile per questi gruppi di popolazione, essendo gli screening del rischio di suicidio, l’educazione, la terapia dialettica comportamentale, che analizza i meccanismi di coping associati e prescrive farmaci antidepressivi e ansiolitici gli interventi di prevenzione e trattamento più efficaci. Tuttavia, quando si prescrivono farmaci ad adolescenti affetti da PTSD e suicidalità, i medici devono considerare attentamente i punti deboli e quelli di forza di ciascuna delle opzioni farmacologiche.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail

DrLeoSher@gmail.com