Ricerca avanzata

Home > Riviste > Minerva Pediatrica > Fascicoli precedenti > Minerva Pediatrica 2008 Giugno;60(3) > Minerva Pediatrica 2008 Giugno;60(3):365-81

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOMINERVA PEDIATRICA

Rivista di Pediatria, Neonatologia, Medicina dell’Adolescenza
e Neuropsichiatria Infantile


Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,532

 

Minerva Pediatrica 2008 Giugno;60(3):365-81

 ARTICOLI SPECIALI

Napoli: capitale storica della pediatria italiana

Farnetani I. 1, Farnetani F. 2

1 Dipartimento di Neuroscienze Università di Milano-Bicocca Facoltà di Medicina e Chirurgia, Milano, Italia
2 Medico Chirurgo

Nessuna città italiana come Napoli ha contribuito alla nascita della SIP e allo sviluppo della pediatria, per questo si può considerare Napoli come la capitale storica della pediatria italiana, infatti racchiude tutta una serie di primati: Luigi Somma è stato uno dei fondatori della pediatria italiana, mentre Francesco Fede ne è stato il primo presidente e i pediatri napoletani furono.i più numerosi fra i soci fondatori. A Napoli fu fondata da Somma la prima rivista di pediatria italiana e il periodico “La Pediatria” che è stato il più diffuso del settore. Napoletani sono stati il maggior numero di presidenti della SIP, mentre Jemma è stato il presidente che è restato più a lungo in carica. La “scuola di Rocco Jemma” non solo formò un gran numero di Docenti che insegnarono in molte Università italiane, ma anche quattro dei cinque pediatri che ricoprirono la carica di Rettore. A Napoli fu costituita la prima sezione regionale della SIP e fu fondata la Società di Nipiologia.

lingua: Italiano


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina