Home > Riviste > Minerva Pediatrica > Fascicoli precedenti > Minerva Pediatrica 2008 Febbraio;60(1) > Minerva Pediatrica 2008 Febbraio;60(1):51-7

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA PEDIATRICA

Rivista di Pediatria, Neonatologia, Medicina dell’Adolescenza
e Neuropsichiatria Infantile


Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,532


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  DISORDINI BIPOLARI NEI BAMBINI E NEGLI ADOLESCENTI


Minerva Pediatrica 2008 Febbraio;60(1):51-7

lingua: Inglese

Bambini e adolescenti turchi affetti da disturbo bipolare: follow-up

Inal-Emiroglu F. N., Baykara B., Miral S.

Department of Child and Adolescent Psychiatry Dokuz Eylul University Medical School Narlidere, Izmir, Turkey


PDF  


Obiettivo. L’obiettivo di questo studio è stato quello di descrivere la presentazione clinica e i fattori predittivi della risposta al trattamento in bambini e adolescenti turchi affetti da disturbo bipolare (BD) e di documentare la loro risposta ai regimi terapeutici disponibili.
Metodi. Il campione in studio consisteva in 27 pazienti consecutivi visitati presso Child and Adolescent Psychiatry Clinic tra il 2002 e il 2006. Il questionario Washington University at St. Louis-Kiddie and Young Adult Schedule for Affective Disorders and Schizophrenia (WASH-U-KSADS) è stato sottoposto alle madri per la valutazione del problema dei loro bambini e ai bambini stessi. I soggetti sono stati rivalutati per stabilire se soddisfacessero i criteri Leibenluft per i fenotipi della juvenile mania. Tutti i pazienti sono stati inoltre classificati secondo la Children Global Assesment Scale (CGAS) e la Young Mania Rating Scale (YMRS). La risposta al trattamento è stata documentata utilizzando l’impressione clinica globale (CGI) e la YMRS.
Risultati. L’età media era di 12,95±3,8 anni, e il periodo medio di follow-up 24±9,2 mesi. Diciannove (70,3%) dei pazienti hanno continuato il trattamento per 20,6±12,47 mesi. Un gran numero di pazienti ha risposto ai farmaci stabilizzatori dell’umore e agli antipsicotici (89,5%). Quando sono stati confrontati gli scores degli end-point di trattamento della CGAS tra i pazienti con età all’insorgenza ≥13 e <13 anni, la funzionalità del gruppo con età all’insorgenza di ≥13 anni era significativamente maggiore rispetto al gruppo con insorgenza più precoce al termine del trattamento (z: -2,014, P: 0,044).
Conclusioni. Rispetto ai pazienti non-episodici, i pazienti episodici erano più predisposti a sviluppare caratteri psicotici e avere un’età più tardiva di insorgenza. La combinazione di stabilizzatori dell’umore e antipsicotici atipici è stata necessaria in molti casi (73,7%). Sono necessari futuri studi clinici fenomenologici di follow-up a lungo temine e di efficacia di trattamento.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail