Ricerca avanzata

Home > Riviste > Minerva Pediatrica > Fascicoli precedenti > Minerva Pediatrica 2008 Febbraio;60(1) > Minerva Pediatrica 2008 Febbraio;60(1):41-50

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOMINERVA PEDIATRICA

Rivista di Pediatria, Neonatologia, Medicina dell’Adolescenza
e Neuropsichiatria Infantile

Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,532

Periodicità: Bimestrale

ISSN 0026-4946

Online ISSN 1827-1715

 

Minerva Pediatrica 2008 Febbraio;60(1):41-50

DISORDINI BIPOLARI NEI BAMBINI E NEGLI ADOLESCENTI 

 ARTICOLI ORIGINALI

Disturbo della comunicazione nei bipolarismi: ruolo del sistema di approccio comportamentale per l’ipersensibilità e l’impulsività

Nusslock R. 1, Alloy L. B. 2, Abramson L. Y. 1, Harmon-Jones E. 3, Hogan M. E. 1

1 Department of Psychology University of Wisconsin, Madison, WI, USA
2 Department of Psychology Temple University, Philadelphia, PA, USA
3 Department of Psychology Texas A&M University, Texarkana, TX, USA

Obiettivo. La ricerca suggerisce che il disturbo bipolare è caratterizzato sia da elevati livelli di deterioramento che da alti livelli di comunicazione. Una domanda critica, ancora largamente senza risposte, è: quali meccanismi psicologici promuovono un’elevata realizzazione (e un basso deterioramento) nei soggetti con disturbo bipolare? Lo scopo dello studio è stato quello di trovare una risposta a questa domanda. Si è inoltre esplorato concettualmente come la risposta a questa domanda possa favorire lo sviluppo di strategie di intervento e di prevenzione per gli adolescenti con disturbi bipolari.
Metodi. I dati sono stati ottenuti valutando 120 studenti del college che presentavano o un disturbo bipolare (N.=54) o esenti da psicolopatologie maggiori (N.=66).
Risultati. I soggetti con disturbo bipolare hanno ottenuto un minor punteggio grade point average (GPA) cumulativo (t=-2,9; P=0,005) e si è registrato un più alto numero di bocciature (t=2,1; P<0,04) rispetto ai controlli normali. I nostri dati hanno anche rilevanza per quanto riguarda la teoria disregolatoria (behavioral approach system dysregulation theory, BAS) del disturbo bipolare, così come per la ricerca sull’impulsività nei soggetti con disturbo bipolare. Specificamente, le analisi del follow-up hanno evidenziato che i soggetti con disturbo bipolare che esibiscono una combinazione tra elevato BAS drive e bassa impulsività hanno raggiunto GPA maggiori rispetto ai restanti soggetti con disturbo bipolare. Di conseguenza, un’alta sensibilità BAS, quando accoppiata a bassa impulsività, può non essere peggiorativa e può contribuire ad un’elevata comunicazione talvolta osservata nei soggetti con disturbo bipolare.
Conclusioni. Tale informazione è importante per lo sviluppo di programmi di prevenzione e di intervento destinati agli adolescenti a minor rischio di deterioramento bipolare senza diminuirne la comunicazione.

lingua: Inglese


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina