Home > Riviste > Minerva Pediatrica > Fascicoli precedenti > Minerva Pediatrica 2007 December;59(6) > Minerva Pediatrica 2007 December;59(6):767-73

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA PEDIATRICA

Rivista di Pediatria, Neonatologia, Medicina dell’Adolescenza
e Neuropsichiatria Infantile


Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,764


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Pediatrica 2007 December;59(6):767-73

Copyright © 2007 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Gli insegnanti di educazione fisica delle scuole elementari sono in grado di gestire i bambini con diabete durante l’attività scolastica?

Tahirovic H., Toromanovic A.

Department of Paediatrics University Clinical Center Tuzla Bosnia and Herzegovina


PDF  


Obiettivo. L’obiettivo di questo studio è di stimare il grado di preparazione degli insegnanti di educazione fisica delle scuole elementari circa il diabete e di verificare se essi sono in grado di gestirlo e di trattare le emergenze diabetiche in base alle loro conoscenze.
Metodi. Nello studio è stato utilizzato un metodo di ricerca descrittivo ed è stata impiegata una stretta sorveglianza per l’acquisizione dei dati. Lo studio ha coinvolto 83 insegnanti di educazione fisica di 83 scuole elementari. Essi sono stati divisi in due gruppi: il primo composto da 28 insegnanti di educazione fisica nelle cui scuole era presente almeno un bambino con diabete di tipo 1, il secondo composto da 55 insegnanti nelle cui scuole non erano presenti bambini con diabete di tipo 1.
Risultati. In risposta alla domanda se gli insegnanti di educazione fisica fossero in grado di riconoscere i sintomi dell’ipoglicemia , un numero maggiore di soggetti appartenenti allo staff scolastico del primo gruppo ha risposto “sì”rispetto a quelli del secondo gruppo, mentre l’interesse circa l’educazione in tal senso rispetto alla mancanza di interesse era significativamente presente in entrambi i gruppi. Circa la domanda.” Il glucosio o il cibo sono permessi in classe?”, nel primo gruppo si sono avute più risposte positive , mentre nel secondo gruppo le risposte sono state positive e negative in egual misura. Circa la domanda:”E’ disponibile un test per misurare la glicemia in classe?” vi è stata un differenza tra i due gruppi; nel primo gruppo la percentuale di risposte positive era significativa mentre nel secondo era significativa per le risposte negative.
Conclusioni. I risultati della nostra indagine di sorveglianza dimostrano che i bambini con diabete non vengono gestiti adeguatamente durante la permanenza a scuola e che lo staff scolastico vuole risolvere questo problema.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail