Home > Riviste > Minerva Pediatrica > Fascicoli precedenti > Minerva Pediatrica 2007 Giugno;59(3) > Minerva Pediatrica 2007 Giugno;59(3):191-7

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA PEDIATRICA

Rivista di Pediatria, Neonatologia, Medicina dell’Adolescenza
e Neuropsichiatria Infantile


Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,532


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Pediatrica 2007 Giugno;59(3):191-7

lingua: Italiano

Le abitudini alimentari dei preadolescenti: indagine nelle scuole medie della Brianza

Pesenti E. 1, Fonte L. 1, Zecca G. 1, Schieppati S. 1, Rossetti E. 1, Piatti A. 1, Lattuada M. 1, Candela A. 1, Valagussa F. 2, Pellai A.3

1 Scuola di Specializzazione in Igiene e Medicina Preventiva dell’Università degli Studi di Milano, Milano
2 Presidente Associazione Brianza per il Cuore
3 Dipartimento di Sanità Pubblica Microbiologia, Virologia Università di Milano, Milano


PDF  


Obiettivo. Nell’ambito di uno studio volto alla conoscenza degli stili di vita di preadolescenti, se ne sono indagate le abitudini per definirne lo “stile alimentare”. Nello specifico si è analizzata l’abitudine alla prima colazione ed allo snacking.
Metodi. L’indagine ha coinvolto 43 classi di 12 scuole medie inferiori della Brianza (n=820; 49,3% maschi; 50,7% femmine; età media=12,6 anni). Lo strumento dell’indagine è un questionario costruito ad hoc e somministrato ai preadolescenti presenti il giorno dell’intervento. I dati sono stati analizzati mediante il programma Epi Info 6.
Risultati. Il 78,3% dei ragazzi afferma di avere effettuato la colazione la mattina di somministrazione del questionario. Si evidenzia una tendenza al non effettuarla nei ragazzi che si considerano sovrappeso, raggiungendo un valore del 46,9% in quelli che ritengono il proprio peso molto al di sopra della norma (solo valore in controtendenza quello dei ragazzi che considerano il proprio peso molto al di sotto della norma). Il dato risulta discordante dal valore indicato dai preadolescenti per quanto riguarda l’abitudine a quello che ritengono una buona prima colazione: il 36,8% dei soggetti la dichiara consuetudine. Per quanto riguarda lo snacking, il 18,7% dei ragazzi dichiara di effettuare numerosi spuntini nell’arco della giornata, valore da considerare coerente con quello relativo allo spuntino di metà mattina del giorno di somministrazione del questionario che vede il 39,9% dei ragazzi aver mangiato merendine elaborate di vario tipo, il 27,4% alimenti a base di carboidrati (focacce, crackers, ecc.), l’1,2% entrambe queste tipologie e lo 0,6% frutta. La frutta viene mangiata in abbondanza nel corso della giornata dal 59,5% del campione, la verdura dal 62,9%.
Conclusioni. Considerata l’importanza di una alimentazione corretta durante l’età evolutiva e della significatività di questa fase della vita nella creazione dello “stile alimentare” dell’individuo, alla luce di risultati non incoraggianti, è da considerare il potenziamento dell’educazione alimentare sugli obiettivi specifici indagati, rivolta ai preadolescenti. Inoltre si ritiene valutabile l’utilizzo di interventi mirati di formazione rivolti ai genitori che rivestono un ruolo fondamentale nell’alimentazione dei figli.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail