Home > Riviste > Minerva Pediatrica > Fascicoli precedenti > Minerva Pediatrica 2007 June;59(3) > Minerva Pediatrica 2007 June;59(3):183-9

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA PEDIATRICA

Rivista di Pediatria, Neonatologia, Medicina dell’Adolescenza
e Neuropsichiatria Infantile


Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,532


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Pediatrica 2007 June;59(3):183-9

Copyright © 2007 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Predittività di un algoritmo revisionale dell’iperbilirubinemia neonatale nel neonato a termine

Tiberi E. 1, Latella C. 1, Parenti D. 1, Romagnoli C. 2

1 Unità Operativa di Neonatologia Ospedale Cristo Re, Roma
2 Divisione di Neonatologia Università Cattolica S. Cuore, Roma


PDF  


Obiettivo. Lo scopo di questo lavoro era valutare se la determinazione della bilirubinemia totale (BT) nei primi 3 giorni di vita può essere predittiva di iperbilirubinemia non fisiologica.
Metodi. Un modello previsionale dell’iperbilirubinemia neonatale basato sulla determinazione di un valore della bilirubinemia è stato applicato a una popolazione di 1 496 neonati ricoverati in un’unità operativa di neonatologia nell’arco di un anno. La bilirubinemia è stata determinata alla comparsa dell’ittero cutaneo o in predimissione con metodo spettrofotometrico diretto. Il nomogramma orario utilizzato prevedeva due trend di valori bilirubinemici in grado di permettere l’identificazione di neonati con bilirubinemia massima superiore a 12 mg/dl o superiore a 15 mg/dl.
Risultati. L’incidenza di iperbilirubinemia >12 mg/dl è stata del 9,6%, mentre valori massimi di BT >15 mg/dl sono stati rilevati nel 2,6%. L’utilizzo del trend 12 come limite di rischio per BT massima >12 mg/dl ha permesso di ottenere una sensibilità del 97,9% e un valore predittivo negativo (VPN) del 99,6%. L’utilizzo del trend 15 come limite di rischio per BT massima >15 mg/dl ha dato risultati meno positivi con una sensibilità dell’82,5% e un VPN del 99,4%. Più significativi sono stati i risultati ottenuti con due determinazioni di bilirubina: il trend 12 ha dato il 100% di sensibilità e di VPN. Il trend 15 ha permesso di avere il 92,1% di sensibilità e un VPN del 99,0%.
Conclusioni. I trend utilizzati mostrano una buona predittività dell’iperbilirubinemia non fisiologica e possono permettere una sicura dimissione dei neonati non a rischio e la programmazione di un adeguato follow-up in quelli a rischio.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail