Ricerca avanzata

Home > Riviste > Minerva Pediatrica > Fascicoli precedenti > Minerva Pediatrica 2007 Febbraio;59(1) > Minerva Pediatrica 2007 Febbraio;59(1):29-34

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOMINERVA PEDIATRICA

Rivista di Pediatria, Neonatologia, Medicina dell’Adolescenza
e Neuropsichiatria Infantile


Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,532

 

Minerva Pediatrica 2007 Febbraio;59(1):29-34

 ARTICOLI ORIGINALI

Efficacia dei broncodilatatori sulla funzionalità respiratoria in bambini asmatici sottoposti a cure odontoiatriche

Gulen F. 1, Kocatas N. E. 2, Cogulu D. 2, Eronat N. 2, Can D. 1, Tanaç R. 1

1 Division of Allergy and Pulmonology Department of Pediatrics Faculty of Medicine, Ege University Bornova-Izmir, Turkey
2 Department of Pedodontics Faculty of Dentistry, Ege University Bornova-Izmir, Turkey

Obiettivo. L’obiettivo di questo studio è stato confrontare gli effetti dei trattamenti odontoiatrici sulla funzionalità respiratoria nei bambini moderatamente asmatici, rispetto ai controlli sani e determinare la necessità del trattamento con broncodilatatori prima dell’esecuzione delle procedure odontoiatriche.
Metodi. Nel gruppo di studio sono stati arruolati 26 bambini con asma moderata, di età compresa tra 7 e 14 anni, il cui picco di flusso espiratorio (peak expiratory flowmeter, PEF) era superiore all’80%. Il gruppo di controllo era costituito da 28 bambini sani appartenenti allo stesso gruppo di età. Prima dell’esecuzione delle procedure odontoiatriche il grado di ansia dei pazienti, legata alle cure dentarie, è stato valutato utilizzando la Corah’s Dental Anxiety Scale. Il gruppo dei bambini asmatici è stato sottoposto alle cure odontoiatriche in 2 sessioni. Al primo appuntamento, essi sono stati sottoposti alla procedura odontoiatrica senza somministrazione di broncodilatatori. Dopo 2 settimane, al secondo appuntamento, ai bambini sono stati somministrati broncodilatatori prima dell’inizio del trattamento odontoiatrico. I valori di PEF sono stati registrati sia nel gruppo dei bambini asmatici sia in quello di controllo prima e a distanza di 30 min dalla terapia odontoiatrica.
Risultati. Nei bambini asmatici i valori di PEF registrati appena dopo la fine del trattamento odontoiatrico erano significativamente più bassi rispetto a quelli del gruppo di controllo (P < 0,05). Quando sono stati confrontati i valori di PEF nei bambini asmatici trattati e non trattati con broncodilatatori è emersa una differenza statisticamente significativa tra i valori registrati prima, immediatamente dopo e a distanza di 30 min dal trattamento odontoiatrico tra quelli trattati e quelli non trattati (P < 0,05).
Conclusioni. Nei pazienti asmatici, la somministrazione di un trattamento broncodilatatore quale premedicazione prima di una procedura odontoiatrica può essere utile.

lingua: Inglese


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina