Home > Riviste > Minerva Pediatrica > Fascicoli precedenti > Minerva Pediatrica 2006 August;58(4) > Minerva Pediatrica 2006 August;58(4):347-55

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA PEDIATRICA

Rivista di Pediatria, Neonatologia, Medicina dell’Adolescenza
e Neuropsichiatria Infantile


Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,532


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Pediatrica 2006 August;58(4):347-55

lingua: Italiano

Comportamenti a rischio tra i giovani. Valutazione ed analisi descrittiva

Roccella M., Turdo G., Chiarello G., Testa D., Bisconti G., Di Filippo T., Parisi L.

1 School of Infant Neuropsychiatry Department of Psychology University of Palermo, Palermo, Italy
2 School of Infant Neuropsychiatry Infant Maternal Department University of Palermo, Palermo, Italy


PDF  


Obiettivo. Sono sempre più frequenti, fra i giovani, i comportamenti che la letteratura specialistica definisce a rischio, in quanto causa di danno alla loro salute e/o vita: dai comportamenti autolesivi alle conseguenze di un’attività sessuale precoce, a rischio e/o promiscua; dai comportamenti alimentari abnormi alle morti da divertimento.
Metodi. Lo studio ha coinvolto un gruppo randomizzato di studenti universitari (100 di sesso maschile e 100 di sesso femminile) tra le Facoltà di Medicina e Chirurgia, Psicologia, Economia e Giurisprudenza dell’Ateneo di Palermo, ai quali è stato somministrato un questionario composto da 91 domande e articolato in 4 sezioni. La prima sezione concerneva informazioni sulla situazione socioanagrafica; la seconda le esperienze e le esigenze dei ragazzi riguardo le informazioni in tema di sessualità; la terza lo stato di salute e l’uso di sostanze stupefacenti e alcool; la quarta le relazioni con gli altri.
Risultati. Dall’analisi dei dati è emerso come i giovani presentano diversi comportamenti a rischio (uso di sostanze stupefacenti e alcool, rapporti sessuali non protetti, noncuranza del proprio stato sierologico e di quello del partner); a questi si associa una cattiva informazione, lamentata dagli intervistati, sulla prevenzione delle malattie sessualmente trasmissibili e sull’uso di sostanze stupefacenti e alcool.
Conclusioni. Si conclude che le nuove modalità di assunzione del rischio da parte dei giovani risponderebbero al clima di indeterminatezza, di carenza di limiti, di significati e di valori che attraversa l’attuale società moderna.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail