Ricerca avanzata

Home > Riviste > Minerva Pediatrica > Fascicoli precedenti > Minerva Pediatrica 2006 Giugno;58(3) > Minerva Pediatrica 2006 Giugno;58(3):319-24

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOMINERVA PEDIATRICA

Rivista di Pediatria, Neonatologia, Medicina dell’Adolescenza
e Neuropsichiatria Infantile


Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,532

 

Minerva Pediatrica 2006 Giugno;58(3):319-24

 CASI CLINICI

Sinopulmonary aspergillosis in children with hematological malignancy

Gulen H. 1, Erbay A. 2, Gulen F. 3, Kazanci E. 2, Vergin C. 2, Demir E. 3, Tanac R. 3

1 Division of Pediatric Hematology Department of Pediatrics Celal Bayar University Faculty of Medicine Manisa, Turkey
2 Clinic of Hematology and Oncology Dr. Behçet Uz Children’s Hospital Izmir, Turkey
3 Division of Pediatric Allergy and Pulmonology Department of Pediatrics Ege University Faculty of Medicine, Izmir, Turkey

L’aspergillosi polmonare invasiva è una grave complicanza infettiva nei pazienti immunocompromessi, soprattutto in quelli neutropenici. Nonostante i miglioramenti della diagnosi precoce e dell’efficacia del trattamento, l’aspergillosi polmonare invasiva resta un’infezione opportunista devastante. Quest’infezione interferisce anche con il trattamento anticanceroso. In questo lavoro viene presentata la nostra esperienza per quanto riguarda la diagnosi e la gestione terapeutica dell’aspergillosi sinusale-polmonare in 4 pazienti pediatrici affetti da tumori ematologici. Tutti i pazienti, tranne il primo, erano neutropenici al momento della diagnosi di aspergillosi polmonare. I segni clinici comprendevano febbre, tosse, distress respiratorio, difficoltà di deglutizione, cefalea, edema doloroso del volto e necrosi del palato duro. Le indagini radiodiagnostiche hanno evidenziato la presenza di infiltrati nodulari multipli bilaterali, con ispessimento del tessuto molle che ostruiva tutti i seni paranasali e bronchiectasia. La diagnosi di aspergillosi è stata possibile grazie al lavaggio broncoalveolare in un caso, alla biopsia tessutale in un caso, alla positività dell’escreato in un caso e alla positività dell’esame citologico nell’ultimo caso. Un paziente è stato trattato con amfotericina B liposomiale, mentre gli altri 3 pazienti sono stati trattati con amfotericina B liposomiale + itraconazolo. Il decorso è stato favorevole in 3 casi, mentre un paziente è deceduto a causa della comparsa di insufficienza respiratoria. La diagnosi precoce, il trattamento adeguato e lo stadio della malattia primitiva rappresentano fattori importanti per la prognosi delle aspergillosi nei pazienti pediatrici affetti da tumori ematologici.

lingua: Inglese


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina