Home > Riviste > Minerva Pediatrica > Fascicoli precedenti > Minerva Pediatrica 2006 April;58(2) > Minerva Pediatrica 2006 April;58(2):203-5

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA PEDIATRICA

Rivista di Pediatria, Neonatologia, Medicina dell’Adolescenza
e Neuropsichiatria Infantile


Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,764


eTOC

 

CASI CLINICI  


Minerva Pediatrica 2006 April;58(2):203-5

Copyright © 2006 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Addome acuto da appendicite acuta secondaria a Salmonella typhi

Manganaro A., Impellizzeri P., Manganaro A., Cutrupi A., Formica I., Zuccarello B.

U.O. di Chirurgia Pediatrica Dipartimento di Scienze Pediatriche Mediche e Chirurgiche Università degli Studi di Messina, Messina


PDF  


Le infezioni da salmonella possono manifestarsi con un quadro di addome acuto e costituire una emergenza chirurgica. Qualche esempio è costituito da perforazioni intestinali, coinvolgimenti della colecisti, salpingiti, e peritoniti salmonella-correlate. Linfadeniti ileocecali associate alla salmonella typhi mimano appendiciti acute ed è spesso difficile stabilire una tempestiva e definitiva diagnosi in bambini che presentano dolore in fossa iliaca destra. A causa del difficile processo diagnostico, un numero significativo di pazienti con infezione da salmonella si presenta con addome acuto e viene sottoposto a un intervento chirurgico non necessario. Nel caso di addome acuto associato a salmonellosi presentato, invece, la laparotomia è stata la giusta scelta terapeutica. Si può concludere che, anche se la diagnosi non è certa, nei casi di addome acuto associato a salmonellosi, l’intervento chirurgico è l’approccio più corretto, considerando l’alta morbilità e mortalità associata ad appendiciti e perforazioni intestinali non trattate.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail