Home > Riviste > Minerva Pediatrica > Fascicoli precedenti > Minerva Pediatrica 2006 April;58(2) > Minerva Pediatrica 2006 April;58(2):131-7

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA PEDIATRICA

Rivista di Pediatria, Neonatologia, Medicina dell’Adolescenza
e Neuropsichiatria Infantile


Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,764


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Pediatrica 2006 April;58(2):131-7

Copyright © 2006 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Bordetella pertussis and mixed infections

Versteegh F. G. A. 1, Mooi-Kokenberg E. A. N. M. 2, Schellekens J. F. P. 3, Roord J. J. 4

1 Department of Pediatrics Groene Hart Ziekenhuis, Gouda, The Netherlands 2 Department of Medical Microbiology and Infection Control Groene Hart Ziekenhuis, Gouda, the Netherlands 3 Laboratory for Infectious Diseases Groningen, The Netherlands 4 Department of Pediatrics Vrije Universiteit Medical Center Amsterdam, The Netherlands


PDF  


Obiettivo. Nelle infezioni respiratorie simili alla pertosse, quando gli esami di laboratorio hanno confermato la presenza di pertosse, talvolta possono essere presenti altri patogeni. Probabilmente la maggior parte delle infezioni miste viene identificata in modo accidentale e, dal momento che queste infezioni miste potrebbero provocare una malattia più grave, abbiamo condotto uno studio restrospettivo sulla loro incidenza.
Metodi. Abbiamo scelto 2 gruppi di pazienti con infezione sierologicamente confermata da Bordetella pertussis e nei quali era anche stata eseguita un’indagine sierologia per la ricerca di altri patogeni respiratori. Il gruppo 1 era costituito da 50 pazienti con 51 episodi di infezione da B. pertussis, scelti da 100 pazienti con pertosse sierologicamente confermata. Essi sono stati seguiti per lungo tempo dopo l’infezione da B. pertussis. Il gruppo 2 era costituito da 31 pazienti con pertosse scelti da 98 pazienti consecutivi con sierologia positiva per la pertosse eseguita durante esami di routine.
Risultati. Il 23 pazienti su 82 con pertosse (28%) è stata dimostrata l’evidenza sierologia di 1 (N=21) o 2 (N=2) infezioni aggiuntive. Esse erano state sostenute da virus parainfluenzali (N=6), virus respiratorio sinciziale (N = 6), Mycoplasma pneumoniae (N=5), adenovirus (N=4), influenza A virus (N=3) e influenza B virus (N=1).
Conclusioni. Nei pazienti con infezione da B. pertussis, è spesso presente una coinfezione da parte di altri patogeni respiratori.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail