Home > Riviste > Minerva Pediatrica > Fascicoli precedenti > Minerva Pediatrica 2005 December;57(6) > Minerva Pediatrica 2005 December;57(6):359-72

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA PEDIATRICA

Rivista di Pediatria, Neonatologia, Medicina dell’Adolescenza
e Neuropsichiatria Infantile


Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,532


eTOC

 

REVIEW  


Minerva Pediatrica 2005 December;57(6):359-72

Copyright © 2005 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Maternal smoking during pregnancy as an environmental risk factor for attention deficit hyperactivity disorder behaviour. A review

Langley K., Rice F., van den Bree M. B. M., Thapar A.


PDF  


Il disturbo/deficit dell'attenzione con iperattività (attention deficit hyperactivity disorder, ADHD) è un disturbo psichiatrico infantile comune, che colpisce tra il 3% e il 5% dei bambini in età scolare. Nonostante le molte ricerche, sono pochi i dati circa l'eziologia del disturbo. Il fumo di sigaretta aspirato dalla madre durante la gravidanza è stato correlato a un certo numero di effetti negativi che esordiscono nell'infanzia, nell'adolescenza e persino nella vita adulta ed è stato proposto quale possibile fattore di rischio per l'ADHD. Lo scopo di questa revisione è stato di discutere le evidenze che associano il fumo in gravidanza con l'ADHD, così come gli aspetti metodologici riguardanti questa associazione. È stata eseguita una ricerca bibliografica su PubMed utilizzando parole chiave. È anche stata considerata la bibliografia presente negli articoli più importanti. Sono stati valutati tutti gli studi in lingua inglese pubblicati prima del giugno 2005. È anche stata calcolata l'odds ratio derivata dagli studi caso-controllo. Nonostante le limitazioni metodologiche, la maggior parte degli studi identifica il fumo materno durante la gravidanza come un fattore di rischio per l'ADHD. L'odds ratio indica un aumento superiore a due volte per il rischio e la diagnosi di ADHD nei soggetti le cui madri hanno fumato durante la gravidanza (odds ratio 2,39, intervallo di confidenza al 95% 1,61, 3,53; P<0,001). Il fumare in gravidanza rappresenta un fattore di rischio per l'ADHD, sebbene i meccanismi attraverso i quali tale rischio agisca siano sconosciuti.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail