Home > Riviste > Minerva Pediatrica > Fascicoli precedenti > Minerva Pediatrica 2005 October;57(5) > Minerva Pediatrica 2005 October;57(5):297-304

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA PEDIATRICA

Rivista di Pediatria, Neonatologia, Medicina dell’Adolescenza
e Neuropsichiatria Infantile


Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,764


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Pediatrica 2005 October;57(5):297-304

Copyright © 2005 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Valori di crescita in soggetti pediatrici

Fuiano N., Tucci A., Pietrobelli A.


PDF  


Obiettivo. Negli ultimi anni la composizione corporea in soggetti pediatrici ha mostrato grandi cambiamenti in relazione ai diversi stili di vita e a differenti abitudini alimentari rispetto al recente passato. Il sovrappeso e l'obesità nei bambini e adolescenti sono aumentati non solo nei Paesi industrializzati, ma anche in quelli in via di sviluppo. Le curve di crescita sviluppate negli anni '60 non possono essere considerate valide alla luce e dei cambiamenti alimentari e dello stile di vita. È, pertanto, necessario ricreare curve di crescita popolazione-specifiche che risultino specchio dei nuovi stili di vita e dell'incremento dell'introito calorico.
Lo scopo di questo studio era valutare la popolazione pediatrica di una città del Sud Italia (San Severo, FG) al fine di poter realizzare le curve di crescita.
Metodi. Tra il maggio 1999 e l'ottobre 2000 sono stati valutati 2262 pazienti pediatrici: 1172 (51,8%) di sesso maschile e 1090 (48,2%) di sesso femminile, range d'età 6-11 anni (media 8,48±2,28 anni). Altezza, peso, circonferenza toracica sono stati misurati dallo stesso esperto operatore ed è stato calcolato l'indice di massa corporea (body mass index, BMI).
Risultati. Sono state create tabelle e figure per altezza, peso, circonferenza toracica, BMI al 3°, 50° e 97° centile per sesso ed età. Inoltre è stata eseguita una comparazione tra il 50° centile nel sesso maschile e nel sesso femminile separatamente, mostrando fin dai primi anni un diverso sviluppo legato al sesso.
Conclusioni. I nostri risultati mostrano chiaramente la necessità di avere un controllo auxologico da parte del proprio pediatra al fine di valutare il corretto sviluppo. Avere curve di crescita specifiche, derivate dalla popolazione che stiamo valutando ci permette di analizzare il soggetto in questione paragonandolo alla popolazione usata per lo sviluppo di tali curve. Importante appare, inoltre, la curva BMI e la relazione al 50° centile maschi e femmine che ci mostra un diverso sviluppo corporeo fin dai primi anni.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail