Home > Riviste > Minerva Pediatrica > Fascicoli precedenti > Minerva Pediatrica 2005 Ottobre;57(5) > Minerva Pediatrica 2005 Ottobre;57(5):213-28

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA PEDIATRICA

Rivista di Pediatria, Neonatologia, Medicina dell’Adolescenza
e Neuropsichiatria Infantile


Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,532


eTOC

 

REVIEW  


Minerva Pediatrica 2005 Ottobre;57(5):213-28

lingua: Italiano

Infezione congenita da citomegalovirus

Lombardi G., Stronati M.


PDF  


Il citomegalovirus (CMV) è responsabile della più frequente infezione congenita e costituisce la più importante causa di ritardo mentale e sordità neurosensoriale dell'infanzia. L'1-5% delle donne presenta l'infezione durante la gravidanza e, negli Stati Uniti, ogni anno sono coinvolti da questa infezione circa 40 000 neonati con un costo di 1,9 miliardi di dollari; in Italia si attendono circa 5 500 nati infetti/anno e 350 nella sola Lombardia. Nella maggior parte dei casi (90%), i neonati infetti sono asintomatici alla nascita, ma non indenni da sequele a distanza (nel 10-15% dei casi). Il 10% dei neonati con infezione congenita si presenta, invece, sintomatico con una prognosi gravemente sfavorevole.
Gli Autori descrivono le più importanti indagini diagnostiche pre e post natali e l'importanza che riveste il counseling in questa patologia; vengono evidenziate le manifestazioni cliniche neonatali meno frequenti che possono porre problemi di diagnosi differenziale. Si descrivono i più recenti schemi terapeutici e la loro efficacia alla luce dei più recenti dati della letteratura. Infine, viene trattato uno degli aspetti più importanti rappresentato dalle sequele che possono verificarsi nell'infetto congenito anche a distanza di tempo e si propone uno programma di follow-up fino ai 6 anni di vita. Attualmente, in assenza di un vaccino efficace e sicuro, le misure igienico-sanitarie costituiscono la principale forma di prevenzione nei confronti dell'infezione congenita da CMV, che rappresenta un rilevante problema per il neonato, la famiglia e la società.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail