Home > Riviste > Minerva Pediatrica > Fascicoli precedenti > Minerva Pediatrica 2005 April;57(2) > Minerva Pediatrica 2005 April;57(2):91-104

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA PEDIATRICA

Rivista di Pediatria, Neonatologia, Medicina dell’Adolescenza
e Neuropsichiatria Infantile


Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,532


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Pediatrica 2005 April;57(2):91-104

lingua: Italiano

Allattamento al seno e promozione della salute del bambino: risultati di un'indagine in Molise

Manfredi Selvaggi T. M., Santilli T., Palombi E., Vichi M., Di Nunzio M. L., Simeone R., Vendemiati A.


PDF  


Obiettivo. Lo scopo di questa ricerca è stimare il tasso di inizio e durata dell'allattamento materno in Molise, in relazione alle raccomandazioni dell'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) e rilevare altri comportamenti che influenzano la salute del bambino.
Metodi. Nel periodo ottobre-dicembre 2001, operatori sanitari addestrati hanno intervistato con questionario strutturato 430 madri di neonati sottoposti alla seconda dose di vaccinazione obbligatoria nelle 4 ASL del Molise. Il tipo di allattamento era classificato predominante e parziale, in conformità alle definizioni dell'OMS.
Risultati. Il tasso iniziale dell'allattamento al seno era 92% e si riduceva al 30% a 6 mesi, con forti differenze fra le ASL. Principali fattori di rischio dell'interruzione precoce dell'allattamento sono risultati aver incontrato difficoltà al rientro a casa e non aver allattato il primo figlio, aver ricevuto campioni di latte e consigli di allattare a orario, non aver praticato il rooming-in, il vizio del fumo della madre e di altri familiari. Meno della metà delle madri usava sale iodato (40%), una su 5 (19%) conosceva l'utilità dell'acido folico prima del concepimento, solo 1 bambino su 3 (34%) veniva messo in culla in posizione supina.
Conclusioni. In Molise, sebbene sia stato raggiunto l'obiettivo dell'OMS relativo all'inizio dell'allattamento materno, risulta ancora molto lontano quello relativo alla durata; inoltre risultano ridotte le conoscenze sui principali fattori di rischio della salute del bambino. È necessario, pertanto, promuovere globalmente la salute del bambino, sia favorendo l'allattamento predominante al seno, in particolare in alcune ASL, sia fornendo maggiori informazioni su altri fattori di rischio.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail