Home > Riviste > Minerva Pediatrica > Fascicoli precedenti > Minerva Pediatrica 2005 April;57(2) > Minerva Pediatrica 2005 April;57(2):73-82

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA PEDIATRICA

Rivista di Pediatria, Neonatologia, Medicina dell’Adolescenza
e Neuropsichiatria Infantile


Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,764


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Pediatrica 2005 April;57(2):73-82

Copyright © 2005 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

I bambini di famiglie omoparentali: valutazione dello sviluppo psicologico e sessuale

Roccella M.


PDF  


Obiettivo. Negli ultimi anni alcuni studi si sono occupati della genitorialità omosessuale indagando, in modo particolare, se questa possa interferire sullo sviluppo dei bambini, sulla loro identità e sul loro futuro orientamento sessuale. Questi studi hanno messo in evidenza che i genitori omosessuali non sembrano compromettere lo sviluppo psicosessuale dei bambini e che la possibilità che i bambini possano diventare omosessuali non dipende dal comportamento sessuale dei genitori ma da differenti fattori legati alla relazione; non è stata, infatti, rilevata alcuna differenza nell'incidenza di un comportamento omosessuale tra bambini nati da genitori omosessuali e bambini nati da genitori eterosessuali. Questo studio si propone di indagare lo sviluppo psicologico e sessuale di un gruppo di bambini di famiglie omoparentali.
Metodi. Sono stati osservati 37 bambini, 22 di sesso maschile e 15 di sesso femminile. Per la valutazione sono stati utilizzati i seguenti reattivi psicodiagnostici: disegno spontaneo, disegno della figura umana, disegno della famiglia, test blacky pictures. Si è cercato di terminare lo sviluppo dell'identità sessuale dei bambini attraverso preferenze e fantasie dimostrate da questo/a durante il gioco, nella relazione con i compagni, nel tipo di abbigliamento. Si è inoltre ricorsi anche a colloqui con i bambini e i genitori.
Risultati. Tutti i bambini hanno mostrato una buona aderenza al proprio ruolo sessuale. Le osservazioni e i colloqui hanno evidenziato che eventuali disturbi non sono legati all'omosessualità dei genitori.
Conclusioni. Essere allevati in una famiglia bigenitoriale omosessuale non sembra compromettere il futuro orientamento sessuale del bambino. In ogni caso, la preferenza sessuale di questi bambini potrebbe variare con l'età adulta, potendo essere influenzata da situazioni e circostanze future.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail