Ricerca avanzata

Home > Riviste > Minerva Pediatrica > Fascicoli precedenti > Minerva Pediatrica 2004 Ottobre;56(5) > Minerva Pediatrica 2004 Ottobre;56(5):537-40

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOMINERVA PEDIATRICA

Rivista di Pediatria, Neonatologia, Medicina dell’Adolescenza
e Neuropsichiatria Infantile


Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,532

 

Minerva Pediatrica 2004 Ottobre;56(5):537-40

 ARTICOLI ORIGINALI

Confronto tra skin prick test e atopy patch test nella diagnosi di allergia a Dermatophagoides in soggetti con patologia respiratoria e/o dermatite atopica

Fuiano N., Incorvaia C.

Obiettivo. L'atopy patch test (APT) è stato introdotto per valutare la sensibilizzazione ad allergeni inalanti in pazienti con dermatite atopica ma il suo ruolo diagnostico, in soggetti con allergia respiratoria, è scarsamente investigato. In questo lavoro è stata analizzata la risposta ad APT e a prick test con estratti di acari della polvere in soggetti con sintomi respiratori persistenti (rinocongiuntivite, rinosinusite, asma), con dermatite atopica e con ambedue le malattie.
Metodi. Sono stati inclusi nello studio 89 pazienti: 75 (84,3%) bambini e 14 (15,7%) adulti, 54 (60,7%) di sesso maschile e 35 (39,3%) di sesso femminile (mediana per età 5,4 anni), suddivisi in 3 gruppi formati rispettivamente da 47 (età media 12,3±11,6 anni), 15 (età media 2,2±2,5 anni) e 27 soggetti (età media 6,2±6,3 anni), in base alla presenza di solo sintomi respiratori, solo dermatite atopica o ambedue. Tutti i pazienti sono stati sottoposti ai comuni prick test con estratti di Dermatophagoides e ad APT con estratti di Dermatophagoides in Finn chambers montati su Scanpor e rimossi dopo 48 ore, con lettura dopo 20 minuti e dopo 24 ore.
Risultati. Degli 89 pazienti, 24 hanno mostrato una positività al prick test e 69 all'APT; in 17 erano positivi entrambi i test, mentre in 13 si osservava una completa negatività. L'APT era più frequentemente positivo del prick test non solo nei 2 gruppi con dermatite atopica ‹ 32/42 (86,5%) rispetto a 8/42 (21,6%) ‹ ma anche nel gruppo con soli sintomi respiratori - 37/47 (78,7%) rispetto a 16/47 (34%).
Conclusioni. Questi risultati confermano l'elevato valore dell'APT in pazienti con dermatite atopica indotta da acari della polvere e suggeriscono che una sua utilizzazione di routine potrebbe migliorare anche la diagnosi di allergia respiratoria agli acari stessi.

lingua: Italiano


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina