Home > Riviste > Minerva Pediatrica > Fascicoli precedenti > Minerva Pediatrica 2004 June;56(3) > Minerva Pediatrica 2004 June;56(3):317-26

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA PEDIATRICA

Rivista di Pediatria, Neonatologia, Medicina dell’Adolescenza
e Neuropsichiatria Infantile


Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,764


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Pediatrica 2004 June;56(3):317-26

Copyright © 2004 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Rilevazione dell’attività motoria e dell’uso di integratori e sostanze dopanti in un campione di 6915 studenti di età compresa fra i 14 e i 18 anni

Bassoli L., Boncinelli S., Brizzi L., Curci R., Signorelli D., Pazardjiklian I., Pellai A.


PDF  


Obiettivo. La promozione dell'attività motoria rappresenta uno dei principali obiettivi delle politiche di promozione della salute. Il periodo dell'adolescenza è caratterizzato da un elevato abbandono di ogni attività fisica, inoltre, in questa fascia di età è concreto il rischio di assumere sostanze per migliorare la massa muscolare e le prestazioni atletiche. Questa ricerca quantifica la partecipazione ad attività motorie e l'assunzione di sostanze in un campione di 6915 studenti di età compresa fra 14 e i 18 anni residenti in 7 diversi ambiti territoriali, prevalentemente nell'Italia settentrionale.
Metodi. Lo strumento di indagine è rappresentato da una versione adattata e modificata del questionario del Youth Risk Behaviour Surveillance, elaborato dai Centers for Disease Control and Prevention (CDC) statunitensi.
Risultati. Lo studio ha rilevato che un'alta percentuale del campione non pratica attività sportive extrascolastiche neppure occasionalmente (33,8%), più le ragazze (44,1%) che i ragazzi (21,2%). Dai 14 ai 18 anni si assiste, inoltre, a un progressivo calo della partecipazione ad attività motorie, mentre la percentuale di chi non pratica sport sale dal 30,1% al 43%. Infine, il 5,6% del campione ha ammesso di avere fatto uso, almeno una volta, di sostanze per migliorare la massa muscolare o le prestazioni fisiche.
Conclusioni. La ricerca ha rilevato che solo una minoranza degli adolescenti studiati pratica una regolare attività sportiva. Tra i maschi è risultato relativamente diffuso il ricorso a sostanze per aumentare la prestanza fisica. Interventi mirati di promozione della salute sembrano opportuni.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail