Home > Riviste > Minerva Pediatrica > Fascicoli precedenti > Minerva Pediatrica 2004 April;56(2) > Minerva Pediatrica 2004 April;56(2):231-8

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA PEDIATRICA

Rivista di Pediatria, Neonatologia, Medicina dell’Adolescenza
e Neuropsichiatria Infantile


Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,532


eTOC

 

CASI CLINICI  


Minerva Pediatrica 2004 April;56(2):231-8

Copyright © 2004 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Cyclosporin is safe and effective in severe atopic dermatitis of childhood. Report of three cases

Leonardi S.,Marchese G., Rotolo N., Miraglia del Giudice M., La Rosa M.


PDF  


La dermatite atopica grave è causa di grossi disagi nei bambini affetti e nei loro genitori. Generalmente i sintomi sono controllati con emollienti, steroidi topici, antibiotici, antistaminici ma alcuni pazienti non rispondono a questi trattamenti e possono richiedere un trattamento con steroidi per via sistemica.
La ciclosporina è risultata efficace in una varietà di malattie infiammatorie della cute dal momento che riduce il numero delle T cellule attivate che esprimono il recettore per l'interleuchina 2 (IL-2).
Al fine di monitorare la sicurezza e l'efficacia clinica della terapia e i giorni di remissione, abbiamo utilizzato la Ciclosporina in 3 bambini con dermatite atopica grave, refrattaria alla terapia tradizionale. Abbiamo usato la sospensione di Ciclosporina al dosaggio di 5 mg/kg/die in 2 dosi per 8 settimane. Abbiamo monitorato i livelli ematici della ciclosporina, la funzionalità renale ed epatica, la pressione arteriosa e alcuni parametri ematologici (eosinofili, IgE, recettore per IL-2).
Tutti i pazienti hanno mostrato un marcato miglioramento clinico con riduzione del prurito, dell'eritema, delle papule, delle vescicole, delle escoriazioni, delle croste e della lichenificazione. Non è stato osservato alcun affetto collaterale né clinico né ematologico. La concentrazione del recettore per IL-2 si è ridotto anche dopo 8 settimane di trattamento nei 3 pazienti, indipendentement dai livelli di IgE (caso 1: livelli di IgE bassi; caso 2: livelli di IgE molto alti) così come in parecchie altre malattie della cute non IgE correlate, mediate dai linfociti T.
Gli Autori suggeriscono che corsi di 8 settimane sembrano sicuri ed efficaci, tanto quanto periodi più lunghi di terapia, nel determinare una precoce remissione con il vantaggio di un'esposizione al farmaco a dosi cumulative più basse. La principale questione è se permarrà una remissione prolungata così come con la terapia continua.
Questo studio sottolinea il valore potenziale della somministrazione sistemica di questo potente agente immunosoppressore nel trattamento di molti casi di dermatite atopica grave, indipendentemente dai valori di IgE.
Sebbene 3 casi non giustificano alcuna conclusione definitiva, tuttavia, la nostra segnalazione fornisce un contributo alla comprensione dell'eterogeneità della dermatite atopica e una guida al suo trattamento.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail