Home > Riviste > Minerva Pediatrica > Fascicoli precedenti > Minerva Pediatrica 2004 Aprile;56(2) > Minerva Pediatrica 2004 Aprile;56(2):207-12

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA PEDIATRICA

Rivista di Pediatria, Neonatologia, Medicina dell’Adolescenza
e Neuropsichiatria Infantile


Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,532


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Pediatrica 2004 Aprile;56(2):207-12

lingua: Italiano

Rischi da vibrazione durante il trasporto neonatale

Bellieni C. V., Pinto I., Stacchini N., Cordelli D. M., Bagnoli F.


PDF  


Obiettivi. Lo scopo di questo lavoro è lo studio dell'entità delle vibrazioni meccaniche a cui sono esposti il neonato e gli operatori sanitari durante il trasporto neonatale in ambulanza e valutare i possibili rischi connessi con un'eccessiva esposizione.
Metodi. Con un accelerometro sono stati misurati gli stimoli vibratori presenti durante trasporti di emergenza in ambulanza simulati a livello del materasso dell'incubatrice, dei 2 sedili degli operatori sanitari e dell'autista. Sono state valutate le accelerazioni medie (awz) e le accelerazioni di picco (awpeak) ponderate in frequenza secondo lo standard ISO 2631.
Risultati. All'interno dell'incubatrice sono stati riscontrati valori medi di accelerazione di 1,33 (±0,13) m/s2 e valori di picco di 11,8 (±0,1) m/s2. Sui sedili degli operatori, i valori awz sono risultati 0,55 m/s2 (±0,13) e 0,56 m/s2 (±0,08) e le misurazioni awpeak rispettivamente 4,8 m/s2 (±0,1) e 10,2 m/s2 (±0,1). Sul sedile dell'autista sono state rilevate awz di 0,48 m/s2 (±0,08) e awpeak di 4,5 m/s2 (±0,1).
Conclusioni. I valori di picco vibratorio (11,8 m/s2) a cui è sottoposto il neonato sono elevati in confronto all'accelerazione di gravità (9,8 m/s2) e possono, quindi, indurre ripetuti e bruschi sobbalzi del paziente. La stabilità di un neonato patologico è facilmente alterabile e la presenza di disturbi ambientali durante il trasporto può peggiorare il quadro clinico. Inoltre, la presenza del non trascurabile livello medio di vibrazione evidenziato in tutte le postazioni può interferire negativamente sull'esecuzione delle manovre assistenziali necessarie alla valutazione e alla stabilizzazione del neonato. La diminuzione dello stress vibratorio all'interno delle unità di trasporto neonatale potrà aumentare la sicurezza per i neonati trasportati, riducendo i rischi a cui sono attualmente sottoposti.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail