Home > Riviste > Minerva Pediatrica > Fascicoli precedenti > Minerva Pediatrica 2003 June;55(3) > Minerva Pediatrica 2003 June;55(3):289-92

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA PEDIATRICA

Rivista di Pediatria, Neonatologia, Medicina dell’Adolescenza
e Neuropsichiatria Infantile


Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,532


eTOC

 

CASI CLINICI  


Minerva Pediatrica 2003 June;55(3):289-92

lingua: Inglese

Spontaneous intestinal perforation in a full term infant: association with infection

Korakaki E., Manoura A., Hatzidaki E., Arbiros J., Vlahakis J., Valari V., Giannakopoulou C.


PDF  


Il termine di perforazione intestinale spontanea suggerisce una perforazione a livello del tratto gastrointestinale di un neonato senza alcuna causa dimostrabile. Nei nati a termine sono stati descritti solo pochissimi casi.
L'eziologia e la patogenesi di questa patologia sono sconosciute, nonostante siano state proposte diverse teorie. Alcuni autori suggeriscono che l'ischemia potrebbe rappresentare la causa più probabile. Le condizioni associate all'ipossia fetale o neonatale costituiscono antecedenti importanti per la comparsa di questa entità nosologica distinta.
Viene qui presentato un caso di perforazione intestinale spontanea in un bambino nato a termine con infezione delle vie urinarie. Non è stata rilevata alcuna evidenza clinica di enterocolite necrotizzante o di ostruzione intestinale. Le immagini radiologiche hanno evidenziato un pneumoperitoneo. È stata eseguita una laparotomia esplorativa in emergenza. È stato identificata una perforazione lineare localizzata a livello del colon traverso. L'esame anatomo-patologico dei campioni prelevati non ha suggerito alcun tipo di eziologia per la perforazione. Il neonato si è ristabilito rapidamente e non ha presentato nessuna complicanza gastrointestinale.
Conclusioni. Nel caso che viene presentato non è risultato essere implicato nessuno dei fattori che sono stati precedentemente associati alla perforazione intestinale. Noi suggeriamo che la perforazione intestinale focale possa rappresentare una complicanza dell'infezione. Studi ulteriori, inclusi una accurata registrazione dei casi clinici e un attento esame istopatologico dei campioni prelevati, risultano necessari al fine di ricavare maggiori informazioni e di migliorare le nostre conoscenze circa l'eziologia di questa rara patologia.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail