Home > Riviste > Minerva Pediatrica > Fascicoli precedenti > Minerva Pediatrica 2003 June;55(3) > Minerva Pediatrica 2003 June;55(3):243-60

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA PEDIATRICA

Rivista di Pediatria, Neonatologia, Medicina dell’Adolescenza
e Neuropsichiatria Infantile


Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,532


eTOC

 

  INFANT FORMULAS


Minerva Pediatrica 2003 June;55(3):243-60

Copyright © 2003 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese, Italiano

I disturbi alimentari nell'infanzia: studio empirico sull'interazione madre-bambino

Lucarelli L., Ambruzzi A. M., Cimino S., D'Olimpio F., Finistrella V.


PDF  


Obiettivo. L'obiettivo che questo lavoro si propone consiste in un'analisi empirica delle modalità relazionali madre-bambino, durante gli scambi alimentari, attraverso l'applicazione di uno strumento osservativo (Feeding Scale), che utilizza la videoregistrazione di un pasto.
Metodi. Sono stati esaminati tre campioni di madri ed i loro bambini (104 coppie con bambini di età compresa tra i 2 e i 36 mesi): un primo gruppo in cui i bambini presentavano un disturbo alimentare su base organica e funzionale (intolleranze alimentari e/o reflusso gastroesofageo), un secondo gruppo in cui il disturbo era senza componenti organiche ed un terzo gruppo di controllo. Abbiamo verificato tre ipotesi di studio: 1) presenza di differenze evolutive nelle modalità relazionali durante i primi tre anni di vita; 2) interazioni madre-figlio più problematiche nelle diadi in cui il disturbo alimentare del bambino non presentava cause organiche; 3) modalità relazionali disfunzionali nelle coppie di madri e bambini con un disturbo alimentare su base organica.
Risultati. I risultati delle analisi statistiche effettuate hanno confermato le nostre ipotesi offrendo diversi elementi di riflessione.
Conclusioni. Gli Autori sottolineano l'importanza di un approccio multidimensionale, globale ed integrato, nell'assessment clinico-diagnostico dei disturbi alimentari precoci, che analizzi le possibili interconnessioni tra cause organiche e relazionali nella formulazione della diagnosi e di strategie di intervento efficaci.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail