Ricerca avanzata

Home > Riviste > Minerva Pediatrica > Fascicoli precedenti > Minerva Pediatrica 2003 Febbraio;55(1) > Minerva Pediatrica 2003 Febbraio;55(1):63-74

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOMINERVA PEDIATRICA

Rivista di Pediatria, Neonatologia, Medicina dell’Adolescenza
e Neuropsichiatria Infantile


Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,532

 

Minerva Pediatrica 2003 Febbraio;55(1):63-74

 CASI CLINICI

Sindrome feto-alcolica in età evolutiva. Aspetti neuropsichiatrici

Roccella M., Testa D.

L'alcol rappresenta uno dei principali fattori di rischio per la salute del nascituro ed una delle principali cause di deficit cognitivo.
Caratteristico è il quadro clinico della sindrome feto-alcolica (FAS): ritardo di crescita pre e postnatale, deficit cognitivo, turbe del comportamento e del linguaggio, malformazioni cerebrali (schizencefalia, polimicrogiria, agenesia del corpo calloso), cranio-facciali (rime palpebrali anti-Down, naso con radice depressa, anomalie a carico dei padiglioni auricolari, ipoplasia mascellare, labiopalatoschisi) e viscerali (cardiopatie, malformazioni renali e scheletriche).
Come per qualsiasi agente teratogeno, la variabilità dell'espressione fenotipica è diversificata e dipenderebbe dalla dose, dall'epoca, dalla durata dell'esposizione, dal metabolismo della madre e del feto, da altri fattori ambientali e genetici.
In questo studio vengono descritti 6 soggetti affetti da FAS che evidenziano la variabilità clinica della sindrome.

lingua: Inglese, Italiano


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina