Home > Riviste > Minerva Pediatrica > Fascicoli precedenti > Minerva Pediatrica 2003 Febbraio;55(1) > Minerva Pediatrica 2003 Febbraio;55(1):1-4

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA PEDIATRICA

Rivista di Pediatria, Neonatologia, Medicina dell’Adolescenza
e Neuropsichiatria Infantile


Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,532


eTOC

 

REVIEW  


Minerva Pediatrica 2003 Febbraio;55(1):1-4

lingua: Inglese

Telemedicine applications in pediatric cardiology

Sable C.


PDF  


L'ecocardiografia è spesso utilizzata per diagnosticare ed escludere importanti patologie cardiache nei bambini. La tecnologia della telemedicina, in continua evoluzione, ha le potenzialità per migliorare l'accesso alla diagnosi ecocardiografica nell'unità di terapia intensiva, al pronto soccorso e alla sala neonati. Le due modalità primarie nell'utilizzo della telemedicina sono le videoconferenze «registra e inoltra» e quelle «in tempo reale». Un ecocardiogramma digitale (spesso molti cicli cardiaci ripetuti) può essere registrato in un luogo ed inoltrato, attraverso una rete di telemedicina, ad una stazione ricevente per essere analizzato in un secondo tempo. I cardiologi pediatrici spesso preferiscono la telemedicina «in tempo reale» per poter guidare sonografisti con limitata esperienza in cardiopatie congenite. Un sistema completo di telemedicina comprende un computer modificato, una connessione a bassa o ad alta velocità e degli input di telemedicina. Molti studi clinici condotti su pazienti in età adulta e pediatrica hanno dimostrato che la telemedicina è precisa, migliora la cura del paziente, ha una buon rapporto costo/beneficio, migliora la qualità dell'ecocardiogramma e la professionalità del sonografista e favorisce il diffondersi della pratica. Gli ostacoli ad un diffuso utilizzo della telemedicina includono la mancanza di una standardizzazione dei componenti della telemedicina, i confusi aspetti legali e requisiti di licenza e i bassi rimborsi.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail