Ricerca avanzata

Home > Riviste > Minerva Pediatrica > Fascicoli precedenti > Minerva Pediatrica 2002 Dicembre;54(6) > Minerva Pediatrica 2002 Dicembre;54(6):483-8

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOMINERVA PEDIATRICA

Rivista di Pediatria, Neonatologia, Medicina dell’Adolescenza
e Neuropsichiatria Infantile


Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,532

 

Minerva Pediatrica 2002 Dicembre;54(6):483-8

IX CONGRESSO NAZIONALE DELLA SOCIETÀ ITALIANA DI MEDICINA DELL'ADOLESCENZA - Catanzaro, 24-26 Ottobre 2002 

 RELAZIONI

Giovani a rischio. Il pediatra adolescentologo: regista degli interventi

Saggese G., Bertelloni S.

L'adolescente presenta specifici problemi di salute, spesso legati a condizioni denominate «nuove morbilità», che possono raggiungere un'incidenza fino al 20-25% nella fascia di età 10 - 18 anni. Il pediatra è il medico più adatto, sia per motivi culturali che assistenziali, per contrastare le nuove patologie dell'adolescente, anche mediante la realizzazione di adeguate strategie di tipo preventivo. Per raggiungere tale fine, il pediatra dovrebbe mettere a punto una metodologia basata anche sulla coordinazione degli interventi di varie figure professionali sia ambito sanitario (neuropsichiatra infantile, psicologo, ginecologo, dermatologo, ecc) che sociale (operatori scolastici, assistenti sociali, ecc). Un tale metodologia di azione potrebbe portare ad una diminuzione dell'incidenza delle nuove patologie negli adolescenti con importanti ripercussioni sullo stato di salute anche nell'età adulta.

lingua: Italiano


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina