Home > Riviste > Minerva Pediatrica > Fascicoli precedenti > Minerva Pediatrica 2002 Ottobre;54(5) > Minerva Pediatrica 2002 Ottobre;54(5):373-82

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA PEDIATRICA

Rivista di Pediatria, Neonatologia, Medicina dell’Adolescenza
e Neuropsichiatria Infantile


Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,532


eTOC

 

REVIEW  


Minerva Pediatrica 2002 Ottobre;54(5):373-82

lingua: Inglese

The jaundiced newborn. Understanding and managing transitional hyperbilirubinemia

Stevenson D. K., Wong R. J., Hintz S. R., Vreman H. J.


PDF  


L'ittero neonatale rappresenta una delle patologie più spesso diagnosticate in età pediatrica. Questa alterazione, per lo più benigna e temporanea, trae origine dall'equilibrio dinamico fra produzione ed eliminazione della bile. Questi processi, a loro volta, possono venire alterati da svariate condizioni fisiopatologiche, che causano un incremento della produzione di bilirubina, come l'emolisi, oppure una ridotta eliminazione, come i difetti di coniugazione della bilirubina. La situazione più pericolosa per il neonato si viene a creare in conseguenza della contemporanea presenza di un aumento della produzione di bilirubina e di un difetto della sua eliminazione. Questi neonati sono esposti ad un elevato rischio di sviluppare un'iperbilirubinemia eccessiva e potenzialmente pericolosa e il conseguente ittero neonatale. Da tutto ciò discende l'estrema importanza di una diagnosi precoce. In questo lavoro vengono discussi i numerosi fattori di rischio associati con all'iperbilirubinemia e sono riportate le strategie da utilizzare nella diagnosi e nel trattamento dell'iperbilirubinemia transitoria.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail