Home > Riviste > Minerva Pediatrica > Fascicoli precedenti > Minerva Pediatrica 2001 February;53(1) > Minerva Pediatrica 2001 February;53(1):33-8

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA PEDIATRICA

Rivista di Pediatria, Neonatologia, Medicina dell’Adolescenza
e Neuropsichiatria Infantile


Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,532


eTOC

 

CASI CLINICI  


Minerva Pediatrica 2001 February;53(1):33-8

lingua: Italiano

Un caso di leishmaniosi lupoide in età pediatrica diagnosticata mediante PCR

Paradisi M., Grosso M. G., Angelo C., Gradoni L., Ludovisi A., N'Doni F., Puddu P.


PDF  


Ci proponiamo di descrivere le caratteristiche cliniche in età infantile della leishmania lupoide e di sottolineare come l'uso della PCR sia l'unica indagine di laboratorio affidabile nei casi controversi.
La leishmaniosi lupoide, detta anche cronica recidivante, è una rara forma di leishmaniosi cutanea principalmente diffusa nel Medio-Oriente dove rappresenta circa il 5% di tutte le leishmaniosi cutanee.
La sua somiglianza clinica ed istologica con il lupus volgare pone delle notevoli difficoltà diagnostiche per cui può essere riconosciuta in ritardo. Le forme amastigoti sono rare o assenti. I noduli cutanei o le placche possono allargarsi lentamente nel corso degli anni.
Presentiamo il caso di un bambino di 11 anni proveniente dall'Albania che da circa 3 anni presentava in corrispondenza della guancia destra una chiazza ovalare di colore bianco perlaceo circondata da numerose papule rosso-brunastre e rosso-giallastre.
La ricerca della leismania con la PCR ha permesso di identificare il DNA di Leishmania infantum per cui è stata posta diagnosi di leishmaniosi lupoide cronica.
Il bambino è stato trattato con una combinazione di itraconazolo orale ed infiltrazioni locali di antimoniato di N-metilglucamina ed i buoni risultati ottenuti sono stati controllati mediante il collegamento in telemedicina.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail