Home > Riviste > Minerva Pediatrica > Fascicoli precedenti > Minerva Pediatrica 2000 March;52(3) > Minerva Pediatrica 2000 March;52(3):143-6

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA PEDIATRICA

Rivista di Pediatria, Neonatologia, Medicina dell’Adolescenza
e Neuropsichiatria Infantile


Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,532


eTOC

 

CASI CLINICI  


Minerva Pediatrica 2000 March;52(3):143-6

lingua: Italiano

Cisti congenite del pancreas (Descrizione di un caso clinico)

Maiullari E., Vinardi S., Magro P., Gamba S., Sacco Casamassima M. G., Canavese F.


PDF  


Gli Autori presentano il caso clinico di una cisti congenita del pancreas occorso in una bambina di 15 mesi. Sottolineano come tale patologia sia particolarmente rara in età pediatrica (solo 22 casi in Letteratura) e la sua estrema difficoltà diagnostica preoperatoria. La piccola paziente si presentava in buone condizioni generali con un enorme tumefazione addominale e senza alterazioni dei markers ematochimici. I quadri ecografico e tomografico indirizzavano verso quattro ipotesi diagnostiche: a) cisti mesenterica; b) cisti o teratoma ovarico sinistro; c) duplicazione intestinale; d) cisti pancreatica. Solo l'intervento chirurgico ha permesso di formulare la corretta diagnosi (in base alla collocazione topografica e al contenuto intracistico di amilasi e lipasi) e ha permesso la completa risoluzione della patologia. L'intervento chirurgico ha pertanto la duplice funzione di formulare la corretta diagnosi e di permettere la completa risoluzione della patologia. L'exeresi in toto della massa, vista la benignità della lesione, è il «goal» terapeutico.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail