Home > Riviste > Minerva Ortopedica e Traumatologica > Fascicoli precedenti > Minerva Ortopedica e Traumatologica 2013 February;64(1) > Minerva Ortopedica e Traumatologica 2013 February;64(1):53-61

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA ORTOPEDICA E TRAUMATOLOGICA

Rivista di Ortopedia e Traumatologia


Official Journal of the Piedmontese-Ligurian-Lombard Society of Orthopedics and Traumatology
Indexed/Abtracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Ortopedica e Traumatologica 2013 February;64(1):53-61

lingua: Inglese

Lesioni pelviche: incidenza e mortalità associata in pronto soccorso in un centro traumatologico ad alto volume

Doll D. 1, 5, Matevossian E. 2, Suda A. J. 3, Stettbacher A. 4, Degiannis E. 1

1 Chris Hani Baragwanath Hospital, University of the Witwatersrand, Johannesburg, South Africa;
2 Department of Surgery, Klinikum rechts der Isar, Munich, Germany;
3 BG Trauma Center Ludwigshafen, Ludwigshafen, Germany;
4 Surgeon General of the Swiss Armed Forces, Ittigen, Switzerland;
5 Department of Visceral, Thoracic and Vascular Surgery, Philipps University, Marburg, Germany


PDF  


Obiettivo. Le lesioni pelviche sono associate a una notevole mortalità. Obiettivo del presente studio è stato quello di determinare l‘incidenza e la mortalità in pronto soccorso per le lesioni pelviche chiuse e penetranti in un singolo istituto.
Metodi. Analisi retrospettiva delle cartelle cliniche di un pronto soccorso in un periodo di 12 mesi, al fine di identificare il meccanismo di lesione, la/le aree lesionate e i parametri clinici ed emodinamici.
Risultati. L‘incidenza delle lesioni pelviche in pronto soccorso è del 5,5% (157/2857 pazienti) con un maggior numero di lesioni pelviche penetranti rispetto alle lesioni pelviche chiuse (47/2857, 1,6%). La mortalità in pronto soccorso per le lesioni pelviche penetranti è di 1/109 (1%) rispetto a 7/47 (15%) per le lesioni pelviche chiuse. La mortalità pelvica in pronto soccorso (5,1%) è maggiore rispetto alla mortalità media in pronto soccorso (4,2%), superata solo dalla mortalità per le lesioni singole alla testa (7,3%). I fattori associati a un incremento della mortalità sono: perdita di coscienza (OR=69, P<0,0001; tutto OR: Fisher test), intubazione (OR=82, P<0,0001), lesione chiusa rispetto a lesione penetrante (OR=16, P=0,002), frattura pelvica (OR=9, P=0,006) e pressione arteriosa sistolica inferiore a 100 al momento del ricovero (OR: ∞; P=0,0002).
Conclusioni. Il decesso in pronto soccorso dopo una lesione pelvica avviene due volte più tardi rispetto al decesso per altre lesioni. Le lesioni concomitanti, soprattutto le lesioni alla testa, aumentano tale numero di decessi. Le lesioni pelviche mostrano una più bassa pressione arteriosa e un più elevato rapporto tra frequenza cardiaca e pressione arteriosa sistolica (shock index) rispetto a lesioni paragonabili in altre regioni del corpo. La mortalità consecutiva in pronto soccorso è più elevata soprattutto se la pressione arteriosa al ricovero è inferiore a 100 mmHg. La rianimazione aggressiva e il veloce trasferimento in sala operatoria in caso di sospetta lesione vascolare e l‘iniziale stabilizzazione pelvica temporanea in caso di frattura pelvica instabile per il controllo dell‘emorragia sono essenziali al fine di migliorare la sopravvivenza del paziente.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail

arnold@drsuda.com