Home > Riviste > Minerva Ortopedica e Traumatologica > Fascicoli precedenti > Minerva Ortopedica e Traumatologica 2013 Febbraio;64(1) > Minerva Ortopedica e Traumatologica 2013 Febbraio;64(1):41-52

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA ORTOPEDICA E TRAUMATOLOGICA

Rivista di Ortopedia e Traumatologia


Official Journal of the Piedmontese-Ligurian-Lombard Society of Orthopedics and Traumatology
Indexed/Abtracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

  ANCA AGGIORNAMENTO 2013


Minerva Ortopedica e Traumatologica 2013 Febbraio;64(1):41-52

lingua: Inglese

Displasia congenita dell’anca: chirurgia conservative nell’adolescente e nel giovane adulto

Turchetto L. 1, Massè A. 2, Aprato A. 2, Barbuio A. 1, Ganz R. 3

1 Ospedale di Portogruaro ULSS 10 Veneto Orientale, Portogruaro, Venezia, Italy;
2 AOU San Luigi di Orbassano, School of Medicine, University of Turin, Turin, Italy;
3 University of Bern, Bern, Switzerland


PDF  


La displasia congenita dell’anca è dovuta ad un ritardo di crescita globale o locale, solitamente a carico dell’acetabolo. Anche altri fattori postnatali o durante la vita intrauterina possono causare una displasia. La displasia congenita dell’anca non è solamente un’insufficiente copertura anterolaterale della testa femorale ma presenta diverse forme pure o combinate di displasie anteriori, laterali e posteriori. Un sovraccarico della bordo acetabolare genera un punto di elevate pressione che porta ad una rapida degenerazione artrosica. La displasia può essere efficacemente trattata ristabilendo e mantenendo un corretto centro di pressione della testa femorale. L’osteotomia periacetabolare è un tecnica molto efficace che permette di correggere la deformità su tutti i piani ma, come ogni tecnica chirurgica, le indicazioni ed i limiti della tecnica devono essere correttamente valutati. Le osteotomie femorali continuano ad essere indicate come correzioni aggiuntive nei casi di eccessivo valgo o antiversione femorale e possono essere eseguite a livello trocanterico o subtrocanterico. Osteotomie intraarticolari femorali correggono la demormità direttamente pertanto permettono una maggiore capacità di correzione senza modificare l’anatomia dei siti non coinvolti nella deformità.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail

ale_aprato@hotmail.com