Ricerca avanzata

Home > Riviste > Minerva Ortopedica e Traumatologica > Fascicoli precedenti > Minerva Ortopedica e Traumatologica 2012 Ottobre;63(5) > Minerva Ortopedica e Traumatologica 2012 Ottobre;63(5):319-24

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOMINERVA ORTOPEDICA E TRAUMATOLOGICA

Rivista di Ortopedia e Traumatologia

Official Journal of the Piedmontese-Ligurian-Lombard Society of Orthopedics and Traumatology
Indexed/Abtracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

Periodicità: Trimestrale

ISSN 0026-4911

Online ISSN 1827-1707

 

Minerva Ortopedica e Traumatologica 2012 Ottobre;63(5):319-24

 ARTICOLI ORIGINALI

Confronto dei risultati dell’applicazione di placche e di chiodi endomidollari in fratture extra-articolari chiuse del ginocchio flottante

Bagheri F. 1, Sharifi S. R. 1, Peyvandi M. T. 1, Hootkani A. 1, Afzali J. 1, Sabaghan S. 2

1 Department of Orthopedic Surgery, Mashad University of Medical Sciences, Mashad, Iran;
2 Private Practician, Orthopedic Surgeon, Mashad, Iran

Obiettivo. Obiettivo del presente studio è stato quello di valutare e confrontare i risultati e le complicanze dei due metodi dell’inchiodamento endomidollare (IEM) e dell’applicazione di placche a compressione dinamica (PCD) in fratture extra-articolari chiuse del femore e della tibia.
Metodi. Al presente studio controllato randomizzato, condotto negli ospedali di Reza e Kamiab a Mashad, hanno preso parte 44 pazienti con ginocchio flottante extra-articolare (38 uomini e 6 donne), dei quali 28 pazienti sono stati trattati con IEM e 16 pazienti sono stati trattati con PCD. Le complicanze delle due procedure sono state confrontate con i dati del questionario completato per ogni paziente. Tutti i pazienti sono stati seguiti per sei mesi di follow-up. Il tipo di chirurgia, la descrizione dell’intervento, l’esame obiettivo, le complicanze (come l’embolia adiposa, la trombosi venosa profonda, l’infezione, l’unione ritardata, la non-unione, la mal-unione) e la durata per il ritorno alla precedente performance sono stati confrontati.
Risultati. Secondo i criteri di Karlstrom e Olerud, i risultati sono stati eccellenti in diciotto pazienti (11 pazienti nel gruppo IEM e 7 pazienti nel gruppo PCD) buoni in dodici pazienti (7 pazienti nel gruppo IEM e 5 pazienti nel gruppo PCD), mediocri in nove pazienti (7 pazienti nel gruppo IEM e 2 pazienti nel gruppo PCD) e scarsi in cinque pazienti (3 pazienti nel gruppo IEM e 2 pazienti nel gruppo PCD).
Conclusioni. I pazienti con la riparazione mediante PCD hanno mostrato meno complicanze rispetto all’inchiodamento endomidollare dopo la chirurgia ed erano più propensi ad avere un esito eccellente o buono, sebbene i risultati non fossero statisticamente significativi. Sembra che i risultati dell’utilizzo della PCD siano confrontabili a quelli dell’inchiodatura endomidollare per il trattamento del ginocchio flottante.

lingua: Inglese


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina