Home > Riviste > Minerva Ortopedica e Traumatologica > Fascicoli precedenti > Minerva Ortopedica e Traumatologica 2012 June;63(3) > Minerva Ortopedica e Traumatologica 2012 June;63(3):177-84

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA ORTOPEDICA E TRAUMATOLOGICA

Rivista di Ortopedia e Traumatologia


Official Journal of the Piedmontese-Ligurian-Lombard Society of Orthopedics and Traumatology
Indexed/Abtracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Ortopedica e Traumatologica 2012 June;63(3):177-84

Copyright © 2012 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Valutazione della capacità di inginocchiarsi in seguito ad intervento di sostituzione totale del ginocchio in pazienti con osteoartrite del ginocchio

Mardani Kivi M. 1, Karimi Mobarakeh M. 2, Hashemi Motlagh K. 3, Saheb Ekhtiari K. 3

1 Orthopedic Department, Guilan University of Medical Sciences, Poursina Hospital, Rasht, Iran; 2 Orthopedic Department, Bahonar Hospital, Kerman University of Medical Sciences, Kerman, Iran; 3 Orthopedic Department, Orthopedic Research Center, Guilan University of Medical Sciences, Rasht, Iran


PDF  


Obiettivo. La capacità di inginocchiarsi riveste un ruolo fondamentale nelle attività quotidiane. L’assenza di una letteratura che risponda agli interrogativi dei pazienti in merito al recupero funzionale dopo l’intervento ci ha spinto a studiare tale problema più a fondo.
Metodi. Al presente studio longitudinale trasversale hanno preso parte pazienti con osteoartrite del ginocchio, sottoposti ad artroplastica totale del ginocchio (ATG), e valutati per l’eleggibilità dagli anni 2007-2010. Tutte le procedure utilizzavano un’incisione cutanea sulla linea mediana seguita da artrotomia parapatellare mediale senza ricostruzione della rotula e con protesi sostituenti il legamento crociato posteriore. I punteggi del Knee Society Score (KSS), del Functionale Knee Score (FKS), della scala analogica visiva (VAS) e l’abilità di inginocchiarsi sono stati valutati prima dell’intervento, 1 anno dopo l’intervento e nuovamente durante il follow-up finale. L’analisi statistica è stata interpretata utilizzando il software statistico per le scienze sociali (SPSS).
Risultati. Di 114 casi, 69 erano donne (60,5%) e 45 erano uomini (39,5%), con un’età media di 67,9 ± 6,2 anni (da 52 a 81) e un intervallo medio del follow-up di 26,7 ± 2,4 mesi (da 14 a 44). I punteggi VAS, KSS e FKS erano significativamente più elevati sia al follow-up di 1 anno sia al follow-up a più lungo termine rispetto a quelli precedenti l’intervento (P<0,0001). Prima della chirurgia 76 pazienti (66,7%) non erano in grado di inginocchiarsi e 59 di essi (77,6%) avevano riportato tale incapacità per motivi riguardanti il ginocchio. Di essi, 42 pazienti (71,2%) si sono potuti inginocchiare nuovamente senza sperimentare dolore né disagio. Per quanto concerne la capacità preoperatoria e postoperatoria di inginocchiarsi, vi è una relazione positiva statisticamente significativa tra l’ATG e il recupero della capacità di inginocchiarsi (P<0,0001).
Conclusioni. Sembra che la derivante riduzione del dolore e l’aumento nella funzionalità flessoria del ginocchio comportino un rafforzamento della capacità di inginocchiarsi.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail