Ricerca avanzata

Home > Riviste > Minerva Ortopedica e Traumatologica > Fascicoli precedenti > Minerva Ortopedica e Traumatologica 2011 Ottobre;62(5) > Minerva Ortopedica e Traumatologica 2011 Ottobre;62(5):349-52

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOMINERVA ORTOPEDICA E TRAUMATOLOGICA

Rivista di Ortopedia e Traumatologia

Official Journal of the Piedmontese-Ligurian-Lombard Society of Orthopedics and Traumatology
Indexed/Abtracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

Periodicità: Trimestrale

ISSN 0026-4911

Online ISSN 1827-1707

 

Minerva Ortopedica e Traumatologica 2011 Ottobre;62(5):349-52

 ARTICOLI ORIGINALI

Relazione tra distanza interpeduncolare e massima lunghezza della vite peduncolare in una singola vertebra lombare

Copuroglu C., Ciftdemir M., Yilmaz A., Ozcan M., Kaya M., Yalniz E.

Trakya University, Edirne, Turkey

Obiettivo. L’obiettivo del presente lavoro è stato di dimostrare la relazione tra la distanza della linea mediana del corpo vertebrale e il punto di ingresso della vite sul peduncolo con la massima lunghezza della vite applicabile alla traiettoria pediculo corporea della vite.
Metodi. Sono state misurate la distanza tra due punti di ingresso della vite peduncolare e la distanza tra punto di ingresso della vite e corteccia anteriore del corpo vertebrale sulla linea mediana, sulle sezioni della tomografia computerizzata (TC) e le stesse distanze su campioni ossei di un cadavere. La distanza interpedicolare è stata divisa in due ed è stata rilevata la distanza tra la linea mediana e il punto di ingresso della vite. Le misure ottenute sono state comparate e ne è emerso un rapporto costante. Il punto di ingresso della vite peduncolare è stato accolto come il punto immediatamente laterale al processo articolare inferiore a livello medio del processo trasverso.
Risultati. Nel momento in cui sono state comparate le misurazioni ne è emerso un rapporto costante. Il rapporto tra la distanza della linea mediana della vertebra e il punto di ingresso della vite e la distanza tra il punto di ingresso della vite e la linea mediana della corteccia anteriore del corpo vertebrale era 2,5 cm. Nel momento in cui viene calcolata la distanza tra la linea mediana della vertebra e il punto di ingresso della vite durante l’operazione oppure misurando la metà della distanza interpeduncolare sulla radiografia plana, può essere stimata la lunghezza massima della vite peduncolare.
Conclusioni. Nel presente studio abbiamo descritto un metodo semplice per determinare la lunghezza massima della vite peduncolare misurando la distanza tra il livello della linea mediana del corpo vertebrale (livello del processo spinoso) e il punto di ingresso della vite peduncolare sulla sezione coronale.

lingua: Inglese


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina