Ricerca avanzata

Home > Riviste > Minerva Ortopedica e Traumatologica > Fascicoli precedenti > Minerva Ortopedica e Traumatologica 2011 Giugno;62(3) > Minerva Ortopedica e Traumatologica 2011 Giugno;62(3):187-98

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOMINERVA ORTOPEDICA E TRAUMATOLOGICA

Rivista di Ortopedia e Traumatologia

Official Journal of the Piedmontese-Ligurian-Lombard Society of Orthopedics and Traumatology
Indexed/Abtracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

Periodicità: Trimestrale

ISSN 0026-4911

Online ISSN 1827-1707

 

Minerva Ortopedica e Traumatologica 2011 Giugno;62(3):187-98

GINOCCHIO: AGGIORNAMENTI 

Trapianto allogenico di menisco

Willimon S. C., Laprade R. F.

The Steadman Clinic, Steadman Philippon Research Institute, Vail, CO, USA

Il trapianto allogenico di menisco rappresenta una complessa procedura di salvataggio per i pazienti affetti da deficit meniscale sintomatico con allineamento della gamba normale o correggibile, stabilità dei legamenti e superfici condrali. Diversi studi clinici e di biomeccanica sono stati pubblicati e hanno permesso di migliorare le tecniche e gli approcci al trapianto di menisco. Sono stati riportati casi trattati con buoni risultati con concomitante ripristino della cartilagine, reallineamento dell’arto, e ricostruzione dei legamenti durante il trapianto allogenico di menisco. I dati della letteratura attualmente disponibili riportano sensibili miglioramenti nella funzione, nel controllo del dolore e nell’edema dopo trapianto di menisco in pazienti altamente selezionati. Non vi sono dati clinici che dimostrino che il trapianto di menisco fermi o ritardi significativamente la progressione dell’artrite, sebbene vi sano sempre più dati che valutano a lungo termine le attuali tecniche utilizzate.

lingua: Inglese


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina