Home > Riviste > Minerva Ortopedica e Traumatologica > Fascicoli precedenti > Minerva Ortopedica e Traumatologica 2010 Agosto;61(4) > Minerva Ortopedica e Traumatologica 2010 Agosto;61(4):267-83

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA ORTOPEDICA E TRAUMATOLOGICA

Rivista di Ortopedia e Traumatologia


Official Journal of the Piedmontese-Ligurian-Lombard Society of Orthopedics and Traumatology
Indexed/Abtracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

  ARTHROPLASTY


Minerva Ortopedica e Traumatologica 2010 Agosto;61(4):267-83

lingua: Inglese

Aggiornamento sulle protesi di spalla

Rapuri V. R., Hattrup S. J.

Department of Orthopedic Surgery, Mayo Clinic Arizona, Phoenix, AZ, USA


PDF  


L’impianto di protesi di spalla è indicata per un ampio numero di condizioni diagnostiche, comprese l’artrosi, l’artrite reumatoide, l’artrosi post-traumatica, l’artropatia da rottura della cuffia, l’osteonecrosi, il trattamento in acuto delle fratture dell’omero prossimale, e il fallimento di protesi già impiantate. Ognuno di questi gruppi etiologici presenta diverse gradazioni, per cui l’attenzione del chirurgo deve essere volta a ottimizzare i risultati del paziente. Inoltre, il chirurgo è chiamato a scegliere tra protesi parziale, con sostituzione della sola testa omerale, protesi totale e protesi inversa. L’impianto di protesi totale di spalla ha progressivamente dimostrato di offrire i risultati migliori per la spalla artrosica. Il ruolo della protesi inversa è in continua ascesa per le spalle affette da lesioni della cuffia dei rotatori e dei tessuti molli, nonostante alcune critiche sulla durata. Si dibatte sulla scelta tra protesi parziale e protesi inversa per le fratture complesse dell’omero prossimale. Una buona conoscenza delle informazioni attualmente disponibili in letteratura può aiutare il chirurgo della spalla nel processo decisionale.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail