Home > Riviste > Minerva Ortopedica e Traumatologica > Fascicoli precedenti > Minerva Ortopedica e Traumatologica 2010 February;61(1) > Minerva Ortopedica e Traumatologica 2010 February;61(1):81-93

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA ORTOPEDICA E TRAUMATOLOGICA

Rivista di Ortopedia e Traumatologia


Official Journal of the Piedmontese-Ligurian-Lombard Society of Orthopedics and Traumatology
Indexed/Abtracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

  CURRENT TRENDS AND CONTROVERSIES IN HIP DISORDERS - PART I


Minerva Ortopedica e Traumatologica 2010 February;61(1):81-93

Copyright © 2010 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Impiego di viti-placche per le fratture d’anca nell’anziano

Mehta S.

Orthopedic Trauma and Fracture Service, Department of Orthopedic Surgery, Hospital of the University of Pennsylvania Philadelphia, PA, USA


PDF  


I pazienti anziani affetti da frattura d’anca rappresentano una classe di pazienti sempre più anziani, fragili e complessi dal punto di vista medico. Le fratture d’anca rappresentano uno dei più importanti problemi medici nella popolazione anziana e modificano spesso l’esistenza, se non addirittura pongono fine all’esistenza del paziente. Il trattamento chirurgico rappresenta attualmente lo standard di trattamento per le fratture d’anca. Esistono diverse opzioni chirurgiche per il trattamento delle diverse tipologie di fratture d’anca. Al fine di ridurre la morbilità e la mortalità associate a questa tipologia di danno, è fondamentale concentrare l’attenzione sia sul trattamento chirurgico, sia sul trattamento di tutte le patologie mediche coesistenti. Pertanto, un approccio multidisciplinare al trattamento che coinvolge l’ortopedico, il geriatra, il riabilitatore, l’endocrinologo e i servizi sociali aiuterà ad aumentare le possibilità di ottenere buoni risultati nei pazienti portatori di questa lesione così devastante.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail