Home > Riviste > Minerva Ortopedica e Traumatologica > Fascicoli precedenti > Minerva Ortopedica e Traumatologica 2009 Dicembre;60(6) > Minerva Ortopedica e Traumatologica 2009 Dicembre;60(6):487-89

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA ORTOPEDICA E TRAUMATOLOGICA

Rivista di Ortopedia e Traumatologia


Official Journal of the Piedmontese-Ligurian-Lombard Society of Orthopedics and Traumatology
Indexed/Abtracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

CASI CLINICI  


Minerva Ortopedica e Traumatologica 2009 Dicembre;60(6):487-89

lingua: Italiano

Studio in risonanza magnetica di un distacco del piccolo trocantere in un ragazzo di 14 anni: caso clinico

Nicodemo A. 1, Santoro D. 3, Alluto C. 2, Stucchi A. 2, Massè A. 2

1 Dipartimento di Ortopedia e Traumatologia, Ospedale San Luigi Orbassano, Università di Torino, Torino, Italia;
2 Università degli Studi di Torino, Torino, Italia;
3 Dipartimento di Ortopedia e Traumatologia, Struttura Semplice Dipartimentale di Chirurgia del bacino, Ospedale CTO Torino, Italia


PDF  


Le fratture isolate del piccolo trocantere sono lesioni piuttosto rare, tipiche dei bambini e degli adolescenti e sono solitamente dovute a una forza in trazione esercitata dal muscolo ileo-psoas, in particolare nei velocisti o nei giocatori di football. Descriviamo il caso di un ragazzo di 14 anni con un’avulsione isolata del piccolo trocantere, riportata in seguito ad una corsa durante una partita di calcio e trattata incruentamente. Una risonanza magnetica (RM) effettuata 30 giorni dopo il trauma ha evidenziato la presenza di tessuto fibroso formatosi tra i due capi della frattura. A 24 mesi il paziente era in grado di camminare e correre senza limitazioni e non ha sviluppato alcun tipo di complicanza tardiva. Le fratture isolate del piccolo trocantere negli adolescenti possono essere trattate incruentemente anche in presenza di una notevole dislocazione dei frammenti; nel nostro caso la RM ha mostrato come la buona funzionalità recuperata dal paziente non fosse dovuta alla consolidazione della frattura, ma alla formazione di tessuto fibroso che ha permesso il normale funzionamento del muscolo ileo-psoas.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail