Home > Riviste > Minerva Ortopedica e Traumatologica > Fascicoli precedenti > Minerva Ortopedica e Traumatologica 2009 August;60(4) > Minerva Ortopedica e Traumatologica 2009 August;60(4):353-67

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA ORTOPEDICA E TRAUMATOLOGICA

Rivista di Ortopedia e Traumatologia


Official Journal of the Piedmontese-Ligurian-Lombard Society of Orthopedics and Traumatology
Indexed/Abtracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

  TRAUMATOLOGIA SPORTIVA


Minerva Ortopedica e Traumatologica 2009 August;60(4):353-67

Copyright © 2009 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Il ritorno all’attività dopo i traumi sportivi

McCarty E. C. 1, Poddar S. 2, Oliviero J. 1, McGee K. 1, Baldea J. 2, Langner P. 3

1 Division of Sports Medicine and Shoulder Surgery, Department of Orthopedic Surgery, University of Colorado, Denver, CO, USA
2 Department of Family Medicine, University of Colorado, Denver, CO, USA
3 Research Coordinator, CU Sports Medicine, Department of Orthopedic Surgery, University of Colorado, Denver, CO, USA


PDF  


La domanda che i responsabili della medicina sportiva devono affrontare comunemente è quando l’atleta sia pronto per il ritorno all’attività sportiva. Normalmente, la decisione viene presa tenendo conto di numerosi fattori, compresi il tipo e la gravità della lesione, il piano di trattamento scelto, la richiesta funzionale specifica del distretto lesionato, e il rischio legato al ritorno allo sport. Questo articolo analizza diversi traumi comuni tra gli atleti, tra cui la lussazione di gomito, le lesioni dell’articolazione acromionclaveare, le lesioni degli ischio-crurali, le lesioni del legamento collaterale mediale, e le distorsioni di caviglia. Vengono discussi l’aspetto anatomico e patologico, le opzioni di trattamento, e i fattori da considerare al momento del ritorno dell’atleta all’attività sportiva, e vengono identificati i criteri ideali per fornire delle linee guida per il ritorno in campo dell’atleta. Visto che frequentemente gli atleti ritornano dopo aver raggiunto una parte e non tutti i criteri, il responsabile di medicina sportiva si troverà a dover decidere quando l’atleta può ritornare in sicurezza allo sport, con pochi rischi di recidive o di nuove lesioni. Viene riportata e discussa la letteratura relativa ad ogni tipo di lesione, fornendo un approccio basato sull’evidenza per assistere il responsabile di medicina sportiva nel definire il ritorno dell’atleta allo sport.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail