Home > Riviste > Minerva Ortopedica e Traumatologica > Fascicoli precedenti > Minerva Ortopedica e Traumatologica 2009 Giugno;60(3) > Minerva Ortopedica e Traumatologica 2009 Giugno;60(3):241-7

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA ORTOPEDICA E TRAUMATOLOGICA

Rivista di Ortopedia e Traumatologia


Official Journal of the Piedmontese-Ligurian-Lombard Society of Orthopedics and Traumatology
Indexed/Abtracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

  HIP AND KNEE RECONSTRUCTION


Minerva Ortopedica e Traumatologica 2009 Giugno;60(3):241-7

lingua: Inglese

Artroplastica totale di ginocchio mini-invasiva

Parratte S., Garcia Parra C., Aubaniac J.-M., Argenson J.-N.

Center for Arthritis Surgery Sainte Marguerite Hospital University of the Mediterranee, Marseille, France


PDF  


La chirurgia mini-invasiva nell’artroplastica totale di ginocchio, come pure per l’artroplastica unicompartimentale di ginocchio, è stata sviluppata sull’ipotesi che minimizzando il trauma chirurgico sui tessuti molli e il meccanismo estensore si ridurrebbe il periodo di degenza ospedaliera e si migliorerebbe il recupero funzionale, senza compromettere il posizionamento della protesi. Quando è stata posta l’indicazione a protesi primaria non vincolata, non vi è nessuna reeale controindicazione, tuttavia l’applicazione di questo appproccio non è raccomandato in caso di revisione o di pazienti obesi. L’intervento chirurgico viene eseguito attraverso una piccola incisione cutanea, tuttavia l’atteggiamento nei confronti del tendine quadricipite e l’assenza dell’eversione patellare rappresentano i punti più importanti nel definire questo approccio come mini-invasivo. Numerose tecniche mini-invasive sono state descritte in base al tipo di incisione del quadricipite: l’approccio para-patellare, mid-vastus o sub-vastus. I primi risultati clinici tendono a mostrare un più rapido recupero clinico relativo alla minor invasività dell’approccio chirurgico senza la compromissione del posizionamento dell’impianto .

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail