Home > Riviste > Minerva Ortopedica e Traumatologica > Fascicoli precedenti > Minerva Ortopedica e Traumatologica 2008 June;59(3) > Minerva Ortopedica e Traumatologica 2008 June;59(3):147-53

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA ORTOPEDICA E TRAUMATOLOGICA

Rivista di Ortopedia e Traumatologia


Official Journal of the Piedmontese-Ligurian-Lombard Society of Orthopedics and Traumatology
Indexed/Abtracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Ortopedica e Traumatologica 2008 June;59(3):147-53

Copyright © 2008 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Revisione nell’adulto del trattamento dell’epifisiolisi femorale pediatrica stabilizzata con fili di Kirschner

Cussotti S. 1, Pelilli E. 1, Paonessa M. 1, Santoro B. 2

1 UOA Ortopedia e Traumatologia Ospedale Regina Margherita, Torino, Italia
2 UOA Radiologia Ospedale Regina Margherita, Torino, Italia


PDF  


Obiettivo. L’epifisiolisi dell’anca è un disturbo del femore in accrescimento che consiste in un scivolamento dell’epifisi prossimale del femore. Scopo di questo lavoro è di presentare una revisione in età adulta dei pazienti sottoposti a stabilizzazione chirurgica per epifisiolisi femorale prossimale.
Metodi. Sono stati presi in considerazione i bambini affetti da epifisiolisi femorale, trattati chirurgicamente presso l’Ospedale Regina Margherita di Torino dal gennaio 1988 a dicembre 1995. La scelta del gruppo di pazienti sottoposti a controllo è stata guidata da criteri di omogeneità nel trattamento praticato e ha volutamente escluso fasce d’età che potessero presentare degenerazione artrosica marcata.
Risultati. I risultati ottenuti in tal modo sono stati valutati mediante la scala clinica e radiologica proposta da Heyman e Herndon. I risultati ottenuti sono positivi e sovrapponibili a quelli rilevati nella pur scarsa letteratura presente.
Conclusioni. L’incongruenza fra dati clinici e radiologici riscontrata in alcuni casi è stata analizzata giungendo alla conclusione che il solo dato radiologico, pur di importanza prognostica, non è sufficiente a una corretta valutazione dei risultati.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail