Home > Riviste > Minerva Ortopedica e Traumatologica > Fascicoli precedenti > Minerva Ortopedica e Traumatologica 2007 Agosto;58(4) > Minerva Ortopedica e Traumatologica 2007 Agosto;58(4):323-32

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA ORTOPEDICA E TRAUMATOLOGICA

Rivista di Ortopedia e Traumatologia


Official Journal of the Piedmontese-Ligurian-Lombard Society of Orthopedics and Traumatology
Indexed/Abtracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

REVIEW  


Minerva Ortopedica e Traumatologica 2007 Agosto;58(4):323-32

lingua: Inglese

Erniazione di disco intervertebrale lombare: considerazioni chirurgiche nel trattamento della radicolopatia

Carragee E. J.

Orthopaedic Surgery Department Stanford University School of Medicine Stanford, CA, USA


PDF  


La maggior parte dei pazienti con radicolopatia lombare dovuta a erniazione discale viene trattata solo con terapia di supporto. Il trattamento chirurgico è riservato ai pazienti con grave interessamento neurologico o con dolore persistente e in peggioramento. Nei pazienti con dolore radicolare grave e persistente, la decompressione chirurgica è chiaramente superiore nel breve periodo rispetto agli interventi non invasivi. Nel tempo, il trattamento con misure non chirurgiche solitamente provoca un miglioramento graduale, che, tuttavia, può richiedere mesi o anni. Esiste un piccolo, chiaro vantaggio di una tecnica chirurgica rispetto a un’altra a seconda dell’esperienza del chirurgo. I tassi di recidiva dell’ernia sembrano variare in relazione alla quantità di disco rimosso chirurgicamente e al difetto anulare residuo dopo discectomia. Con le moderne tecniche chirurgiche le complicanze sono infrequenti (< 5%) e solitamente non gravi.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail