Home > Riviste > Minerva Ortopedica e Traumatologica > Fascicoli precedenti > Minerva Ortopedica e Traumatologica 2007 Aprile;58(2) > Minerva Ortopedica e Traumatologica 2007 Aprile;58(2):143-61

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA ORTOPEDICA E TRAUMATOLOGICA

Rivista di Ortopedia e Traumatologia


Official Journal of the Piedmontese-Ligurian-Lombard Society of Orthopedics and Traumatology
Indexed/Abtracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

REVIEW  


Minerva Ortopedica e Traumatologica 2007 Aprile;58(2):143-61

lingua: Inglese

Instabilità anteriore di spalla. Valutazione e tecniche di stabilizzazione

Johnson S. M., Robinson C. M.

The Shoulder Injury Clinic Royal Infirmary of Edinburgh Edinburgh, UK


PDF  


La lussazione anteriore dell’articolazione gleno-omerale è una patologia frequente nei giovani che praticano sport di contatto e può evolvere in episodi ricorrenti di instabilità sintomatica. Il trattamento consigliato in seguito a una prima lussazione comprende un breve periodo di immobilizzazione, seguito da un programma di riabilitazione e un graduale ritorno alla completa attività. La stabilizzazione anteriore a cielo aperto è una procedura soddisfacente e riproducibile e rimane il gold standard del trattamento di un paziente che sviluppa un’instabilità ricorrente. La chirurgia artroscopica di spalla è stata inizialmente utilizzata come mezzo diagnostico, ma attualmente viene sempre più utilizzata a scopo terapeutico ed è stata proposta una varietà di tecniche mini-invasive di trattamento dell’instabilità di spalla. La stabilizzazione artroscopica viene solitamente eseguita come intervento giornaliero (day-hospital o one-day surgery) e offre vantaggi significativi rispetto alla riparazione a cielo aperto, compresa una migliore cosmesi, un minor dolore postoperatorio, una ridotta rigidità postoperatoria di spalla, e una riabilitazione più rapida. Grazie a questi vantaggi la tecnica viene attualmente proposta come trattamento iniziale, dopo il primo episodio di lussazione, con l’obiettivo di evitare una successiva instabilità. Tuttavia i risultati della stabilizzazione artroscopica hanno una maggiore variabilità rispetto al trattamento a cielo aperto. Questa review valuta i recenti sviluppi nella comprensione della pato-anatomia dell’instabilità anteriore di spalla post-traumatica e confronta i vantaggi relativi della stabilizzazione artroscopica e a cielo aperto per il trattamento di questa patologia.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail