Home > Riviste > Minerva Ortopedica e Traumatologica > Fascicoli precedenti > Minerva Ortopedica e Traumatologica 2006 October;57(5) > Minerva Ortopedica e Traumatologica 2006 October;57(5):459-62

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA ORTOPEDICA E TRAUMATOLOGICA

Rivista di Ortopedia e Traumatologia


Official Journal of the Piedmontese-Ligurian-Lombard Society of Orthopedics and Traumatology
Indexed/Abtracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

  LA COMPRESSIONE PNEUMATICA INTERMITTENTE NELLA PREVENZIONE DELLA TVP NELLA CHIRURGIA ORTOPEDICA MAGGIORE


Minerva Ortopedica e Traumatologica 2006 October;57(5):459-62

Copyright © 2006 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Prevenzione della trombosi venosa profonda con Foot-Pump A/V Impulse System

Pizzoli A. L., Rossi N., Bortolazzi R., Renzi Brivio L.

Divisione di Ortopedia e Traumatologia Ospedale C. Poma, Mantova


PDF  


La profilassi antitromboembolica è ormai divenuta d’obbligo in chirurgia ortopedica per tutti i pazienti a medio o alto rischio di trombosi venosa profonda (TVP). Tuttavia i protocolli attualmente in uso sono spesso controversi e non universalmente accettati.
Per i pazienti ad alto rischio la profilassi dovrebbe essere eseguita considerando un triplice approccio basato su metodiche meccaniche, farmacologiche e trattamenti aggiuntivi quali l’idratazione e la precoce mobilizzazione del paziente.
Tra le metodiche meccaniche, la foot pump ha ottenuto i migliori risultati in termini di profilassi, specialmente se associata alla somministrazione di eparine a basso peso molecolare.
Inoltre, nei pazienti ad alto rischio di complicanze legate all’utilizzo di farmaci anticoagulanti (sanguinamento intraoperatorio, ematoma peridurale in pazienti sottoposti ad anestesia spinale, trombocitopenia indotta dalle eparine), la foot pump, associata al bendaggio elastocompressivo, rappresenta l’alternativa più efficace.
Molti studi prospettici hanno anche dimostrato che pazienti trattati con la foot pump presentano una significativa minor incidenza di secrezione e sanguinamento della ferita chirurgica, di edema e arrossamento locale e minor gonfiore dell’arto, se confrontati con pazienti nei quali è stata utilizzata solo la profilassi farmacologica.
Tuttavia l’utilizzo della foot pump presenta dei limiti di applicabilità legati alla tolleranza del paziente, ai costi e alla difficile gestione domiciliare. Per questo motivo, dovrebbe essere utilizzata in associazione o come sostituzione temporanea della terapia farmacologica.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail