Ricerca avanzata

Home > Riviste > Minerva Ortopedica e Traumatologica > Fascicoli precedenti > Minerva Ortopedica e Traumatologica 2006 Febbraio;57(1) > Minerva Ortopedica e Traumatologica 2006 Febbraio;57(1):5-10

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOMINERVA ORTOPEDICA E TRAUMATOLOGICA

Rivista di Ortopedia e Traumatologia

Official Journal of the Piedmontese-Ligurian-Lombard Society of Orthopedics and Traumatology
Indexed/Abtracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

Periodicità: Trimestrale

ISSN 0026-4911

Online ISSN 1827-1707

 

Minerva Ortopedica e Traumatologica 2006 Febbraio;57(1):5-10

 ARTICOLI ORIGINALI

Le complicanze dell’artroscopia di spalla

Valente A., Quaglia F., Ravera R.

Clinica Ortopedica Dipartimento di Scienze Cliniche e Biologiche Università degli Studi di Torino Ospedale S. Luigi Gonzaga, Orbassano (TO)

Obiettivo. Lo scopo di questo lavoro è revisionare la letteratura sulle complicanze dell’artroscopia di spalla, cercando di definirne l’incidenza e il trattamento.
Metodi. La ricerca è stata condotta su PubMed e OVID-Medline. Le parole chiave utilizzate sono state: “complications of shoulder arthroscopy”, “shoulder arthroscopy”, “rotator cuff” e “intraoperative complications”. I limiti utilizzati sono stati: english language, periodo 1980-2005 e human. Con questi criteri sono stati selezionati 54 lavori. Di questi, sono stati considerati rilevanti solo 29: 14 case report, 8 journal article, 5 review, 1 case series e 1 prospective cohort study.
Risultati. Le complicanze dell’artroscopia di spalla riportate in letteratura sono risultate: sanguinamento degli accessi, lesioni iatrogene della cartilagine e della cuffia dei rotatori, lesioni neurologiche (transitorie o permanenti), complicanze vascolari, infezioni, “frozen shoulder”, dolore postoperatorio accentuato, ostruzione delle vie aeree, paralisi del nervo frenico, lesioni della pleura, enfisema sottocutaneo, pneumotorace e pneumomediastino, ematomi e fratture. Oltre a queste, correlate all’artroscopia di spalla, ci sono quelle legate all’anestesia sia generale sia locoregionale.
Conclusioni. La percentuale delle complicanze riportata in letteratura è molto varia; comunque è considerata abbastanza bassa. Per evitare le complicanze è importante il corretto posizionamento intraoperatorio del paziente, eseguire una corretta emostasi, evitare di trazionare eccessivamente l’arto del paziente, valutare i fattori di rischio di ciascun paziente e attuare, quindi, un’appropriata profilassi. È importante, inoltre, riconoscere e trattare tempestivamente le complicanze che possono essere anche pericolose per la vita del paziente.

lingua: Italiano


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina