Home > Riviste > Minerva Ortopedica e Traumatologica > Fascicoli precedenti > Minerva Ortopedica e Traumatologica 2005 Agosto;56(4) > Minerva Ortopedica e Traumatologica 2005 Agosto;56(4):375-7

ULTIMO FASCICOLOMINERVA ORTOPEDICA E TRAUMATOLOGICA

Rivista di Ortopedia e Traumatologia


Official Journal of the Piedmontese-Ligurian-Lombard Society of Orthopedics and Traumatology
Indexed/Abtracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

AGGIORNAMENTI IN TEMA DI FRATTURE  102° CONGRESSO DELLA SOCIETA' PIEMONTESE-LIGURE-LOMBARDA DI ORTOPEDIA E TRAUMATOLOGIA (S.P.L.L.O.T.) - Brescia, 9-10 settembre 2005
LE NUOVE TECNOLOGIE, I MODERNI STRUMENTARI IN CHIRURGIA PROTESICA


Minerva Ortopedica e Traumatologica 2005 Agosto;56(4):375-7

lingua: Italiano

La rottura di mezzi di sintesi Discussione di un caso clinico

Uggeri M., Scaluggia G., Branca Vergano L.

1 U.O. Ortopedia e Traumatologia Ospedale di Desenzano del Garda (BS)
2 Scuola di Specializzazione in Ortopedia e Traumatologia Università degli Studi di Udine, Udine


PDF  ESTRATTI


Viene presentato un caso di frattura diafisaria di femore, ridotta e sintetizzata con placca e viti, in cui, a distanza di tempo, è avvenuta la rottura dei mezzi di sintesi, con successiva scomposizione della frattura stessa.
Il trattamento chirurgico di tali complicanze risulta particolarmente impegnativo sia per la difficile rimozione del materiale di sintesi rotto a livello del focolaio di frattura, sia per la scelta del nuovo mezzo di sintesi da utilizzare, limitata dall’alterata situazione anatomica.

inizio pagina